Verso Perugia – Pescara. Nesta: “Sono sereno: ho un grande gruppo”

0
127

PERUGIA – L’ingiusta sconfitta di Benevento ha lasciato in dote al Perugia una settimana già di per se complicata dall’assenza di Falasco e Bianco, uscito malconcio dal “Vigorito”. La situazione è ulteriormente peggiorata allenamento dopo allenamento per le problematiche accusate da Melchiorri, Falasco e in ultimo da Gyomber, che ha terminato anzitempo l’allenamento del giovedì a causa di una botta alla caviglia.

Nesta quindi, alla vigilia della sfida contro il Pescara di domenica sera al Curi (diretta su Umbriaradio inblu dalle  20:45) si trova a fare i conti con la prima emergenza stagionale e deve sfogliare la margherita per posizionare tutte le caselle dello scacchiere tattico al loro posto.

Nella conferenza stampa della vigilia il tecnico biancorosso parte proprio dalle condizioni degli infortunati: “Melchiorri e Gyomber hanno fatto parte dell’allenamento. Ancora c’è un giorno per recuperare meglio e poi decideremo se e come impiegarli”. La sensazione è che almeno lo slovacco dovrebbe farcela.

L’atteggiamento del mister è comunque molto positivo: “Sono sereno perché noi lavoriamo cercando di addestrare tutti quanti a fare i sostituti di chi non gioca. Lavoriamo su un sistema di gioco e tutti sanno cosa devono fare. Alla squadra ho detto che mi fido di tutti e ho già detto ai ragazzi, quando stavamo tutti bene, di impegnarsi perché sarebbe arrivato questo momento in cui ci sarebbe stato bisogno di loro. Sono molto contento delle risposte che mi danno”.

Tornando alla sconfitta di Benevento l’idea del tecnico è chiara: “Non credo sia stata una beffa, nonostante un errore arbitrale decisivo. Quando vedo il ripetersi di certe cose in varie partite allora non è più sfortuna. Ci sono delle squadre più forti con i quali possiamo fare risultato se andiamo sempre a mille. Noi siamo una squadra che non deve mai abbassare la guardia”.

L’avversario è di quelli tosti e Nesta lo sa bene: “Affronteremo il Pescara con le nostre qualità che hanno messo in difficoltà spesso gli avversari anche quando non abbiamo vinto. Tutti hanno punti deboli e noi abbiamo provato a studiarli come facciamo sempre. Concedono qualcosa in difesa ma hanno un grande centrocampo con giocatori molto importanti”.

Proprio a centrocampo il nodo principale sarà la sostituzione di Bianco: “Le soluzioni non mancano, c’è Bordin, Moscati o Dragomir, ma l’importante è scegliere in modo che la squadra sia comunque equilibrata”.

L’ultima battuta è sulle parole di Goretti che ha paragonato lo stesso Nesta a Ilario Castagner, un monumento della storia biancorossa: “Ringrazio Roberto. Ci conosciamo da tanti anni. Ne ho una grande stima e il confronto che ho con lui, anche con vedute diverse, mi piace molto”.

La possibile formazione: Perugia (4-3-1-2): Gabriel; Ngawa, Gyomber, Cremonesi, El Yamiq; Kingsley, Dragomir, Moscati; Verre; Melchiorri, Vido

QUI PESCARA

Nonostante un periodo non brillantissimo con un punto conquistato nelle ultime 2 partite, il campionato del Pescara è sicuramente positivo e sopra le aspettative iniziali. Pillon deve fare i conti con la quasi sicura assenza di Balzano e Campagnaro in difesa, mentre nell’allenamento del giovedì si sono fermati Memushaj (affaticamento muscolare) e Antonucci (sospetta distorsione). L’albanese comunque dovrebbe farcela. Non dovrebbe essere della gara invece Monachello, che non ha gradito la sostituzione contro l’Ascoli, e che probabilmente sarà accantonato in favore di Cocco. L’ultima tegola è quella del portiere Fiorillo, anche lui fermatosi durante l’allenamento del venerdì per un problema muscolare.

La probabile formazione: Pescara (4-3-3): Kastrati; Ciofani, Gravillon, Perrotta, Del Grosso; Memushaj, Brugman, Pepin; Marras, Cocco, Mancuso

The following two tabs change content below.