Verso Padova – Perugia. Nesta: “Credo in un grande finale. Il mio futuro? Deciderò a fine stagione”

0
256
Foto Settonce

PERUGIA – il Perugia, tornato con i piedi per terra dopo la sconfitta casalinga contro l’Hellas Verona, medita per qualche errore tattico di troppo e si riorganizza in una settimana ancora costellata da qualche acciaccato di troppo ma anche da recuperi importanti.

Nesta, per la trasferta di Padova (diretta su Umbriaradio inblu) riavrà Sadiq, ma perde Federico Melchiorri, di nuovo assillato dal solito ginocchio. Oltre a questo ci sarà da eliminare le scorie di un passo falso incassato ancora una volta quando ci si attendeva il decollo.

“I risultati cambiano un po’ l’umore, e soprattutto quando ti aspetti qualcosa di importante e prendi una bastonata fa ancora più male. Questo cambia anche il mio lavoro perché dobbiamo ripartire cercando di ridare motivazione a tutto il gruppo. Purtroppo facciamo intravedere grandi cose ma non riusciamo ad essere continui. Poi i risultati dipendono anche dagli avversari. Il Verona è stato molto forte e noi eravamo un appannati forse dalle 3 partite prima dell’anticipo del venerdì. Abbiamo sbagliato tanto e una squadra come la nostra non può permetterselo”.

In settimana si è registrata anche l’assidua presenza di Massimiliano Santopadre: “Il presidente capisce l’importanza del momento che è decisivo per il campionato. In questa settimana ci è stato molto vicino in modo positivo e tutti abbiamo apprezzato. Si aspetta tanto e crede, come me, che possiamo fare di più. Anche se ogni tanto cadiamo siamo pronti sempre a ripartire e ci giocheremo il posto play off con le altre 3 o 4 squadre. Sono certo che possiamo fare un grande finale di campionato”.

A Padova non sarà una gara facile, nonostante la differenza di posizione in classifica delle 2 squadre: “Ci dobbiamo aspettare ciò che è normale in questo campionato: che tutti possono vincere contro tutti come nell’ultimo turno. Dobbiamo preparare partita per partita senza fare calcoli o previsioni. Il Padova deve far punti e viene da una bella vittoria che dà entusiasmo. Si coprono molto bene ed hanno qualità per agire in contropiede come contro lo Spezia. Dovremo fare una partita col cervello”.

Avvicinandosi al finale di stagione (e del contratto) è inevitabile qualche voce sulla prossima stagione: “Non ho avuti contatti con la Fiorentina. Comunque ogni valutazione mia e della società si farà alla fine della stagione e sarà una scelta basata su tante motivazioni, anche personali. Sempre che la società non sia stufa di me. Ora sono concentrato sul lavoro e non ho tempo per altro. Perugia per me è il top perché non ho avuto richieste più importanti di questa. In questo campionato dove ogni domenica cade qualche allenatore io ho avuto sempre l’appoggio e il sostegno della società, lo devo riconoscere ed è una cosa che mi fa molto piacere”.

Quanto alle scelte, in difesa l’assetto dovrebbe essere confermato con Cremonesi di nuovo a disposizione dopo l’infortunio muscolare. Carraro, a centrocampo,  dovrebbe avere una nuova chance, mentre solo all’ultimo maturerà la scelta tra Falzerano e Kingsley. Ballotaggio anche in attacco dove uno tra han e Vido sarà la spalla di Sadiq.

la probabile formazione del Perugia (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi; Kingsley, Carraro, Dragomir; Verre; Sadiq, Vido

Qui Padova

Bisoli si gode i 3 punti conquistati a La Spezia e recupera anche due pedine importanti come Ravanelli e Madonna. La gara dell’Euganeo sarà arbitrata da Abbattista di Molfetta.

La probabile formazione del Padova (4-3-3): Minelli; Morganella, Andelkovic, Ceccaroni, Ravanelli; Lollo, Calvano, Madonna; Baraye, Mbakogu, Bonazzoli