Verso Hellas Verona – Perugia. Nesta: “Opportunità da giocarci con coraggio”.

0
333
Foto Settonce

PERUGIA – Dopo una settimana di discorsi e carte bollate tornerà a parlare il campo. Per il Perugia, catapultato nella griglia play off dalla sentenza del TFN che ha escluso il Palermo, appena qualche giorno per entrare nel clima da spareggio e raccogliere le forze psicofisiche per affrontare l’impegnativa serata del “Bentegodi” contro il Verona (diretta radiofonica su Umbriaradio inblu dalle 20:50) con il quale hanno sempre perso in questa stagione. I Grifoni hanno cercato la concentrazione nel ritiro di Roma dal quale il tecnico Nesta ha parlato alla vigilia.

“La squadra sta bene, – esordisce il tecnico – siamo pronti per fare una partita del genere. Abbiamo questa grande opportunità, speriamo di sfruttarla al massimo. Non siamo stati influenzati da quello che è successo in questa settimana. Abbiamo impostato la settimana come se fossimo sicuri di giocare senza farsi domande sulla fattibilità della partita”.

Al “Bentegodi” occorrerà necessariamente la vittoria: “Dobbiamo impostate la partita in base a quello che possa mettere in difficoltà gli avversari senza fare calcoli e avendo coraggio. Andata e ritorno con il Verona sono state 2 partite diverse. Al Curi abbiamo fatto fatica ad essere aggressivi. Non so come sarà la gara di domani perché c’è stato anche il cambio di allenatore. Noi dovremo fare una partita di personalità come quella contro la Cremonese dove siamo stati bravi ad aggredire e soprattutto non abbiamo avuto pause. Dobbiamo fare questo a prescindere dalla strategia del Verona”.

Sarà il secondo play off per Nesta sulla panchina del Perugia: “Non penso a quello che è stato lo scorso anno. Il passato lo metto nel cassetto cercando di imparare, quella di adesso è una storia diversa che dipende da quello che riusciremo a fare”.

Qual’è dunque l’atteggiamento giusto e il messaggio da consegnare si Grifoni prima di scendere sul terreno di gioco: “Siamo quelli messi dentro all’ultimo. Gli altri hanno più pressioni di noi e dobbiamo giocarcela senza quella tensione negativa che ci fa sbagliare. Dobbiamo avere coraggio. Ogni grande vittoria nella mia vita è stata decisa da un episodio che ha cambiato la stagione come quella volta che vinsi la Champion’s League dopo essere passato con l’Ajax nel recupero quando sembravamo spacciati. La partita contro la Cremonese è già stato un episodio che ha cambiato la stagione. Stiamo bene, penso che potremo fare un grande finale di partita ed eventualmente anche i supplementari. I nostri play off sono già iniziati con le partite precedenti, siamo già in questo clima”.

In veneto non ci sarà di certo Kingsley, aggregato alla propria nazionale e che ha quindi concluso l’esperienza in biancorosso. Da valutare le condizioni di Rosi e Mazzocchi, colpiti da un virus intestinale ma arruolabili, mentre non partiranno Melchiorri e Bordin. Se si esclude dunque l’incognita sulla fascia destra il resto della formazione dovrebbe ricalcare quella vista contro la Cremonese, con la conferma di Kouan a centrocampo e Vido in attacco.

La probabile formazione del Perugia (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, El Yamiq, Gyomber, Falasco; Dragomir, Carraro, Kouan; Verre; Vido, Sadiq

QUI VERONA
Gruppo al completo per il tecnico Aglietti che ha recuperato anche Danzi, Dawidowicz e Munari che hanno svolto l’intera ultima seduta seduta con il gruppo. Dovrebbe esserci anche Ferrari nonostante una piccola contusione alla spalla rimediata in allenamento. Intanto è arrivata la carica del grande ex Di Carmine: “Siamo una squadra forte e possiamo vincere questi play off”.

La probabile formazione del Hellas Verona (4-3-3): Silvestri; Bianchetti, Dawidowicz, Empereur, Vitale; Zaccagni, Gustafson, Henderson; Matos, Di Carmine, Laribi

The following two tabs change content below.