Verso Benevento – Perugia. Oddo: ”Voglio un Perugia concentrato e coraggioso”

0
147
Foto Settonce

PERUGIA – Dopo la seconda pausa stagionale si torna a fare sul serio con la ripresa del campionato di serie B. Per il Perugia l’ottava sfida è di quelle importanti in casa della capolista Benevento (diretta radiofonica su Umbriaradio inBlu dalle 17:50) e rappresenta, in coppia con la successiva trasferta di Salerno, un altro test di maturità per scoprire le reali potenzialità dei biancorossi dopo la “stecca” di Empoli.

Oddo dopo l’arrabbiatura seguita alla vittoria col Pisa ha sfruttato le due settimane per lavorare su testa e gambe e, contro i sanniti, vuole una squadra aggressiva che non lasci spazio al palleggio avversario.

“Sono state due settimane trascorse molto bene – esordisce il tecnico – abbiamo preparato la partita di Benevento cercando di limare le problematiche che ci sono state nelle ultime partite.

Pippo non l’ho sentito nell’ultimo mese. Penso che lui abbia una squadra molto forte e sta facendo quello che deve fare per arrivare in fondo. Dall’esterno si possono giudicare punti e classifica.

Il Benevento è una squadra solida e compatta ma che ha tante soluzioni nelle individualità anche di categoria superiore. È una squadra di quelle che sono pronosticate come squadre da battere. Questo deve essere un incentivo per noi. Dobbiamo avere la voglia di emergere e di provare a far qualcosa di bello tutti insieme come squadra per sopperire ai valori tecnici che sicuramente sono diversi.

Su Melchiorri e Dragomir si è alzato un polverone ingiustificato. Le cose dette sono perché pensiamo che questi ragazzi possano fare meglio e possano dare molto di più alla squadra. Qui non siamo all’asilo e non dobbiamo essere permalosi. So che Federico e Dragomir hanno preso come stimolo questo richiamo e in questa settimana si è visto.

Le tre punte? I giocatori bravi possono giocare certamente insieme, quello che conta è l’equilibrio. Dall’inizio è più difficile vederli insieme, a partita in corso più semplice.

Falcinelli e Balic? Diego sta bene fisicamente, deve solo riadattarsi al clima del campionato. Si è messo a disposizione da leader che è. Balic è in ritardo fisico, si è allenato bene in queste due settimane e sta crescendo.

Empoli è stata la partita della paura, del timore di fronte agli attaccanti avversari. Domani mi aspetto uno “sliding doors” di questa squadra. Da un lato voglio la paura positiva che ti fa rimanere sempre concentrato e dall’altra parte il coraggio di provare a vincere.

Non dobbiamo sobbarcarci il pensiero di queste 4 partite sulla carta complicate. Intanto dobbiamo affrontare quella di domani, poi le altre. Credo che sia la cosa più saggia da fare.

A che punto siamo? Facciamo cose molto buone alternate ad altre brutte. Siamo al 50% della nostra crescita, tenendo presente che al 100% si può tendere ma non si  arriva mai a compimento perché c’è sempre spazio per migliorare”.

Quanto alle scelte probabile la riproposizione delle due punte in attacco con Falcinelli che dovrebbe affiancare Iemmello. Sulla trequarti Buonaiuto favorito su Fernandes mentre il resto del’11 titolare sembra già scritto con Kouan e Falzerano a centrocampo insieme a Carraro che ha dato buone risposte dopo la trasferta in nazionale. In difesa probabile la conferma degli interpreti dell’ultima gara di campionato. Ci sarà anche Gyomber, tornato dalla nazionale con 4 punti di sutura al sopracciglio destro. Fiducia confermata a Falasco, in attesa di Angella.

La probabile formazione del Perugia (4-3-1-2): Vicario; Rosi, Gyomber, Falasco, Di Chiara; Falzerano, Carraro, Kouan; Buonaiuto; Iemmello, Falcinelli

QUI BENEVENTO

Inzaghi si gode il primo posto in solitudine dopo la vittoria nel finale a La Spezia e per la gara casalinga contro i Grifoni dovrebbe confermare la formazione vincente in Liguria, ad esclusione di Maggio squalificato e sostituito da Tuia. Intanto da registrare il recupero di Schiattarella e Sau. Progressi anche per Kragl ed Hetemaj dopo i recenti infortuni. Assente invece l’ex Volta che  deve ancora recuperare dai problemi fisici che lo affliggono.

La probabile formazione del Benevento (4-4-2): Montipò; Tuia, Calderola, Antei, Letizia; Kragl, Hetemaj, Viola, Improta; Insigne, Coda