Una mostra a Montone celebra Braccio Fortebraccio

Dal 13 aprile al 2 giugno, presso il Museo San Francesco in esposizione l'urna contenente i resti ossei del celebre condottiero provenienti in prestito dal Convento di San Francesco al Prato di Perugia

0
249
Il celebre condottiero Braccio Fortebraccio

MONTONE- Per la prima volta dopo secoli torna a Montone l’urna contenente i resti ossei del condottiero Braccio Fortebraccio. Un vero e proprio evento, in programma dal 13 aprile al 2 giugno presso il Museo San Francesco, reso possibile grazie ad una sinergia tra i Comuni di Montone e Perugia. Una mostra senz’altro particolare, in cui si potrà ammirare l’urna, attualmente collocata nella sacrestia del Convento di San Francesco al Prato a Perugia, per un breve periodo esposta assieme ad alcune opere ricollegabili al periodo del grande condottiero. Nel corso dell’esposizione, inoltre, si svolgeranno una serie di eventi per scoprire meglio la figura di Braccio Fortebraccio da Montone, tra conferenze, concerti, rievocazioni storiche ed altri momenti organizzati dall’Associazione Storicamente Aries.

La mostra, sarà inaugurata nella mattina di sabato 13 aprile alle ore 10.30 da una conferenza dal titolo Le ossa di Braccio. Un dialogo tra arte, medicina e restauro, presieduta dalla professoressa Ermnia Irace dell’Università degli Studi di Perugia, curatrice scientifica dell’iniziativa; interverranno Giovanni Manuali, Conservatore dei Beni dell’Accademia di Belle Arti di Perugia, e gli storici dell’arte Mirko Santanicchia e Guglielmo Sorci. Nel pomeriggio, poi, alle ore 17.30 Cerimonia della consegna delle spoglie di Braccio Fortebraccio da parte della città di Perugia a Montone. Il Comune di Perugia consegnerà alla popolazione arietana le spoglie del signore, in un corteo in abiti medievali per le vie del borgo. Concluderà la giornata, alle ore 21 il concerto Canto la fede, l’armi et l’allegrezza, splendori musicali del Medioevo eseguiti dall’Ensemble Orientis Partibus di Assisi, presso la Chiesa di San Francesco. Altri eventi legati alla mostra, sono in programma lunedì 22 aprile in occasione delle celebrazioni legate alla Donazione della Santa Spina (un concerto di musica medievale della Corale Braccio Fortebraccio), e sabato 1 giugno con una conferenza dedicata al tema Sulle tracce dei Condottieri. Braccio e gli altri.

Braccio Fortebraccio da Montone venne sconfitto nell’assedio alla città dell’Aquila, riportando gravi ferite alla testa per aver ricevuto un colpo di mazza ferrata, dove venne catturato ed imprigionato e morì il 5 giugno 1424. Scomunicato dall’allora Papa Martino V che lo fece seppellire in terra sconsacrata, dove rimase fino al 1432, quando per iniziativa di suo nipote Niccolò Fortebraccio fu tumulato ed i suoi resti furono custoditi in un’ urna nella Chiesa conventuale di San Francesco al Prato di Perugia.

The following two tabs change content below.