Umbria Radio racconta l’Europa: parte Europa InfoSound (VIDEO)

Presentato oggi il nuovo format di Umbria Radio in collaborazione con la Regione Umbria: in diretta ogni mercoledì a partire dal 6 marzo.

0
377
La governatrice Catiuscia Marini e il vescovo Paolo Giulietti

PERUGIA – Partirà mercoledì 6 marzo “Europa InfoSound”, il nuovo programma di Umbria Radio dedicato all’attuazione della programmazione comunitaria in Umbria. In questo nuovo ciclo di trasmissioni, composto da 23 puntate, si tratteranno le iniziative e le azioni realizzate in tutta la regione grazie ai diversi fondi comunitari, i cosiddetti Fondi strutturali europei: il Fondo Sociale Europeo (FSE), che sostiene progetti in materia di occupazione, istruzione, formazione e inclusione sociale; il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), che finanzia interventi per consolidare la coesione economica e sociale dell’Unione sostenendo l’economia regionale; il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), dedicato all’incentivazione delle attività agricole e delle aree rurali. La trasmissione, per la quale Umbria Radio ha vinto uno specifico bando, avrà cadenza settimanale e sarà trasmessa in diretta dagli studi di piazza 4 novembre a Perugia: ogni mercoledì alle 17, Francesco Mariucci e Fabrizio Croce condurranno gli ascoltatori alla scoperta di esempi concreti di applicazione dei fondi europei, grazie alle testimonianze di chi ne ha usufruito.

 

La presidente Marini “Abbiamo l’esigenza di raccontare l’Europa come qualcosa di presente sul territorio, contro la retorica negativa dell’Europa matrigna che si diverte a fare i dispetti ai cittadini”. Così la presidente della regione Umbria Catiuscia Marini, intervenuta mercoledì alla presentazione della trasmissione. Europa InfoSound tra l’altro, è realizzata grazie alle risorse previste per la comunicazione istituzionale nell’ambito dei programmi comunitari. Comunicazione che non sempre arriva correttamente a destinazione, e proprio da qui nasce l’esigenza del programma: “Se possiamo garantire il numero dei posti negli asili nido, se abbiamo il più basso tasso di abbandono scolastico, se possiamo portare la banda larga anche al di fuori delle aree metropolitane, questo è possibile grazie ai programmi finanziati dai fondi europei, e va raccontato ai cittadini”.

Il vescovo Giulietti Un concetto, quello della corretta comunicazione, caro anche a monsignor Paolo Giulietti, vicario della diocesi di Perugia-Città della Pieve e responsabile dei media diocesani: “Sottolineo anche io l’immagine positiva di Europa che vogliamo veicolare. Per noi l’Europa va avvicinata ai cittadini: tutto è perfettibile e migliorabile, ma c’è un valore nella nostra appartenenza alla comunità europea, e questo va percepito”. Secondo monsignor Giulietti, “una comunicazione che delegittima le istituzioni non fa un buon servizio alla società”. L’obiettivo dunque è “aumentare quel capitale di fiducia che è necessario perché ogni società possa funzionare bene e chi ha voglia di fare sia incoraggiato a fare”.

GUARDA IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA CON LA PRESIDENTE MARINI E IL VESCOVO GIULIETTI