Terremoto, sono 439 i progetti autorizzati per la ricostruzione

A Foligno si è tenuto il comitato istituzionale con il commissario straordinario

0
147
Castelluccio dopo il sisma (foto Ansa)

FOLIGNO – Sono ad oggi 439 i progetti autorizzati per la ricostruzione in Umbria, mentre quelli in istruttoria sono 564 e già 185 gli interventi ultimati. La cifra autorizzata ammonta a 57 milioni 500 mila euro. I dati sono stati riferiti nel corso della riunione del Comitato istituzionale per l’ Umbria che si è svolta a Foligno, nella sede del Centro regionale di protezione civile, alla presenza della presidente della Regione Umbria e sub Commissario straordinario, del Commissario straordinario, dei sindaci dei Comuni interessati e del rappresentante della Provincia di Perugia. È invece di 4.200 la stima dei progetti di ricostruzione leggera e di 4300 quelli relativi alla ricostruzione pesante. A fronte di queste previsioni, per la ricostruzione leggera sono stati ricevuti 1046 progetti e 183 per la ricostruzione pesante. Nel corso della riunione, il Commissario straordinario e la presidente della Regione Umbria hanno riconfermato la volontà di una “fattiva collaborazione” tra tutti i livelli istituzionali coinvolti nell’opera di ricostruzione, nell’interesse primario dei cittadini e delle comunità coinvolte dagli eventi sismici. Nel frattempo la Conferenza delle Regioni ha ricevuto lo schema di decreto legge recante “Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’ accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici”, che contiene alcuni articoli relativi, appunto, alla semplificazione e velocizzazione della ricostruzione, così come più volte richiesto dai Presidenti delle Regioni interessate. Il contenuto di tali articoli – spiega una nota della Regione – sarà ora oggetto di attenta valutazione da parte delle istituzioni regionali e locali e dello stesso Comitato istituzionale, anche se da una prima analisi emergono preoccupazioni rispetto alla questione del rafforzamento del personale degli Uffici speciali per la ricostruzione e delle amministrazioni comunali impegnate nell’istruttoria delle pratiche di autorizzazione alla ricostruzione.

The following two tabs change content below.