Terremoto, le monache benedettine di Norcia sono tornate a casa (FOTO)

Stamani l'ingresso nel container di clausura. Le parole del vescovo Boccardo e del sindaco Alemanno

0
341
Monache benedettine di Norcia tornano in città in container di clausura

NORCIA – Le monache benedettine di Norcia hanno fatto ritorno stamani nella città di San Benedetto dopo oltre due anni di assenza per via dell’inagibilità del monastero di Sant’Antonio, profondamente lesionato dagli eventi sismici del 2016. Ad accompagnarle al container di clausura, allestito proprio nel giardino del loro convento, è stato il vescovo della diocesi Spoleto Norcia, monsignor Renato Boccardo, il priore dei monaci benedettini padre Benedetto Nivakoff e il sindaco Nicola Alemanno. Presente alla cerimonia anche l’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini. Prima la santa messa nel centro di Madonna delle Grazie, poi la processione fino a permettere alle religiose, guidate dalla madre badessa, suor Caterina Corona, di prendere possesso dei nuovi spazi, dove daranno seguito al loro cammino di fede e preghiera. “Il ritorno delle monache è un grande segno di speranza per la gente di Norcia e dalla loro tenacia di ritornare arriva il messaggio di voler ricominciare da qui, da quella che da sempre è la loro terra”, ha detto il vescovo Boccardo. “E’ una giornata particolare – ha sottolineato invece Alemanno – le parole di suor Caterina e di monsignor Boccardo hanno scaldato il cuore dei nursini e il ritorno delle monache significa per la nostra comunità avere un luogo in cui si è sempre accolti”.