Terremoto, Crimi: per accelerare ricostruzione servono scelte coraggiose

È quanto ha detto il sottosegretario alla presidenza del consiglio al termine del vertice in prefettura a Perugia

0
392

PERUGIA – “Per accelerare la ricostruzione servono scelte coraggiose che comporteranno la collaborazione di tutti”: a dirlo è stato il sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri, Vito Crimi, al termine del vertice in Prefettura a Perugia, a cui hanno partecipato anche, tra gli altri, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e il presidente della Conferenza episcopale italiana, card. Gualtiero Bassetti, oltre al prefetto Claudio Sgaraglia. “Il 2019  – ha aggiunto Crimi – deve essere l’anno in cui la ricostruzione post sisma riparte laddove aveva avuto qualche cenno iniziale e parte dove non si era mai avviata”. Crimi ha parlato di “maggiore responsabilità” ai Comuni, ma “saranno dotati di risorse necessarie per poter accelerare le procedure”. I primi interventi che il Governo metterà in atto su questa linea saranno di “tipo legislativo”, ha sottolineato il sottosegretario che ha posto l’accento anche sulla ricostruzione pubblica, “per la quale – ha detto – vanno semplificate tutte le procedure complesse del codice degli appalti”. Crimi ha, infine, promesso di dotare gli  Uffici speciali per la ricostruzione delle “risorse umane necessarie per far fronte al picco di domande” che si attendono nei prossimi mesi sul fronte del recupero degli edifici sia con danni lievi che pesanti.