Terni, convocato nuovo summit al ministero sul futuro di Ast

E’ stato fissato per il 13 febbraio. Nel frattempo però continuano i problemi sul fronte ambientale

0
269
Lo stabilimento di Ast

TERNI – E’ stato fissato per il 13 febbraio al ministero dello Sviluppo economico il sumit per discutere il futuro di Ast. Il vice capo di Gabinetto Giorgio Sorial ha inoltrato l’invito alle segreterie nazionali e territoriali delle organizzazioni sindacali più rappresentative, quali Fim, Fiom, Uilm e Ugl che probabilmente si presenteranno al tavolo con i rispettivi coordinatori delle Rsu di fabbrica; nell’elenco mancano le sigle Fismic e Usb, tanto che sarebbero in corso delle verifiche da parte delle stesse sigle. La convocazione è arrivata al sindaco di Terni Leonardo Latini, alla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, a Federmanager e all’amministratore delegato di Ast Massimiliano Burelli.

Fumi Nel frattempo però continuano i problemi sul fronte ambientale. Domenica pomeriggio una nuova fumata arancione si è alzata dai camini dell’Ast, in particolare dall’impianto di aspirazione di un convertitore : sarebbe legata, a quanto pare  ad un breve disservizio elettrico. Il fenomeno sarebbe legato alla ripartenza dell’impianto di aspirazione di uno dei convertitori dopo un blackout temporaneo. Sul posto sono intervenuti i tecnici di Arpa Umbria allertati dall’assessore comunale all’ambiente Benedetta Salvati. In corso le verifiche tecniche sull’accaduto da parte degli organi preposti.