Terni, mercato immobiliare in forte ripresa dopo la crisi

A certificarlo lo studio realizzato dalla Fimaa Umbria, la Federazione italiana mediatori agenti d'affari, presentato nella sede di Confcommercio Terni

0
102

TERNI – Mercato immobiliare in netta ripresa nel ternano, dove continua però ad essere conveniente acquistare, visto che i prezzi sono ai minimi storici: è quanto emerge dallo studio realizzato dalla Fimaa Umbria, la Federazione italiana mediatori agenti d’affari, presentato nella sede di Confcommercio Terni. L’analisi evidenzia un aumento delle compravendite, tra il 2017 e il 2018, di circa l’11%, sia nel capoluogo che in provincia, leggermente superiore sia alla media della provincia di Perugia sia a quella regionale. A Terni lo scorso anno si sono registrate 993 compravendite, contro le 888 del 2017, e nel primo trimestre del 2019 gli operatori hanno evidenziato una situazione stabile rispetto al 2018. La “buona ripresa” del mercato è diffusa in quasi tutta la provincia: subito dopo Terni, la maggiore vivacità si registra ad Orvieto (174 compravendite nel 2018), Narni e Amelia. A livello di prezzi, nella provincia si va da un minimo di 300 euro al metro quadrato per immobili da ristrutturare a 2.700 al metro quadrato per quelli di nuova costruzione. Sul nuovo, a Terni si oscilla da un minimo di 900 euro ad un massimo di 2.700 euro al metro quadrato. La domanda ha continuato ad orientarsi verso immobili di pregio, di maggiori dimensioni e di maggiore efficienza energetica. Gli agenti immobiliari del territorio sembrano piuttosto ottimisti anche sulle prospettive future del mercato, confortati dai dati. Attualmente risultano in vendita circa 3.500 immobili (analisi sugli annunci online) a destinazione residenziale, dei quali il 50% dovrebbero essere venduti (previsione per il 2019 rispetto alle statistiche degli anni precedenti).

The following two tabs change content below.