Terni, si barrica in casa con un’accetta: fermata dalla polizia

Si cercano i familiari della 33enne risultata in cura al Sim

0
103
L'intervento della polizia

TERNI – Una donna si barrica in casa con un’accetta: una Festa della Repubblica movimentata per la polizia di Terni che è dovuta intervenire per risolvere una situazione che avrebbe potuto avere serie conseguenze.
Martedì mattina è arrivata una richiesta al 113 da parte di alcuni residenti di un quartiere alla prima periferia della città per segnalare le intemperanze di una vicina – una 33enne di nazionalità rumena – che aveva iniziato a lanciare sassi dalla finestra, urlando frasi sconnesse, senza che ci fossero stati screzi o litigi in precedenza con il vicinato.

L’intervento della polizia La squadra volante è arrivata immediatamente sul posto, ma è stata accolta da lanci di pietre e vasi di fiori, uno dei quali ha colpito un agente, poi la donna si è barricata in casa, ha preso un’accetta ed ha iniziato ad agitarla con violenza.
A quel punto è intervenuto anche il funzionario di turno in Questura, il vice questore aggiunto, il dr. Marco Colurci, che con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, dopo aver staccato le utenze gas e luce dell’abitazione, con una scaletta, è riuscito ad entrare in casa attraverso una finestra ed ha cercato di calmare la donna, che non ne voleva comunque sapere di calmarsi, continuando ad urlare cose senza senso e a brandire l’accetta. Dopo alcuni concitati minuti, la signora è stata messa in condizione di non nuocere né a se stessa, né ad altri ed è stata affidata alle cure dei sanitari; dai primi accertamenti, risulta che sia in cura al Servizio di igiene mentale, mentre sono in corso le ricerche dei familiari.

The following two tabs change content below.