Spese in Consiglio, prescrizione per sette ex consiglieri regionali

La Corte dei conti, sezione per l’Umbria, relatore dottor dottor Pasquale Fava, ha dichiarato la prescrizione dell’azione risarcitoria per un presunto danno erariale

0
191
L'aula del consiglio regionale

PERUGIA – La Corte dei conti, sezione per l’Umbria, relatore dottor dottor Pasquale Fava, ha dichiarato la prescrizione dell’azione risarcitoria per un presunto danno erariale avanzata dalla procura generale nel settembre-ottobre 2018 nei confronti degli ex consiglieri regionali del Pd Renato Locchi, Andrea Smacchi e Fausto Galanello per le spese gruppo tra il 2010 e il 2015. Ha infatti affermato che il diritto di credito risarcitorio non era stato attivato nel termine di cinque anni. Stesso provvedimento per gli allora consiglieri del Popolo della Libertà con Raffaele Nevi, Alfredo De Sio, Massimo Monni, Rocco Antonio Valentino, Massimo Mantovani, Andrea Lignani Marchesani e Maria Rosi. La notizia è riportata dai giornali locali. L’avvocato Ghirga, che ha difeso nel giudizio contabile Locchi e Smacchi con l’avvocato Mario Cartasegna, ha espresso soddisfazione “anche se il ”merito” della questione è sostanzialmente rimesso alle valutazioni del giudice penale”.