S’inaugura a Gubbio la mostra ‘Un viaggio nell’arte italiana’

Dal 31 maggio al 1 luglio, presso le Logge dei Tiratori della Lana, si potrà visitare un percorso dal medioevo al tardo barocco grazie all'iniziativa organizzata dalla Fondazione CariPerugia Arte

0
481
Le Logge dei Tiratori della Lana di Gubbio

GUBBIO (PG)- Sculture e dipinti di artisti più o meno noti, ma anche una raffinata raccolta di arredi e oggetti, sarà quanto sarà possibile ammirare nella mostra Un viaggio nell’arte italiana che verrà ospitata a Gubbio, nella cornice delle Logge dei Tiratori della Lana, fino al prossimo 1 luglio. Un avvincente percorso nella storia dell’arte del nostro Paese, dal medioevo al tardo barocco, organizzato dalla Fondazione CariPerugia Arte la cui inaugurazione è fissata per questo giovedì 31 maggio, alle ore 18.30.

Un viaggio nell’arte italiana, è un esposizione resasi possibile grazie alla disponibilità di Giorgio Baratti, collezionista di Milano, che permetterà al visitatore di comprendere la peculiare e complessa geografia artistica italiana. Tra le opere più preziose, una tavola raffigurante La Madonna del Latte riferita a un maestro abruzzese della metà del Duecento, come anche altri lavori di pittori (arrivando fino al Cinque, Sei e Settecento) appartenenti ad altre scuole a partire da quella veneta è rappresentata da Giovanni Cariani, Felice Brusasorci, Girolamo Forabosco e Sebastiano Ricci; quella lombarda con Stefano Danedi detto il Montalto, Francesco Cairo e Giacomo Ceruti; quella fiorentina rappresentata da Zanobi Poggini e Santi di Tito. Presenti anche quadri di artisti celebri come del bolognese Guido Reni, del napoletano Battistello Caracciolo e del ticinese attivo a Roma Pier Francesco Mola. Un percorso, capace di presentare l’evoluzione degli stili offrendo un’ampia panoramica sui soggetti affrontati dagli artisti : dal sacro ai generi della natura morta (come nel caso di Meiffren Comte) e del ritratto (con Giuseppe Vermiglio).

Sarà, poi, presente un nucleo di sculture (in marmo, terracotta, legno, bronzo) eseguite da artisti attivi tra il XV e XVI secolo, tra cui Antonio Elia, Gregorio di Lorenzo, Niccolò de’ Conti, Agostino de’ Fondulis, Raffaello da Montelupo.

Oltre alle sculture e ai dipinti, sarà presentata una raffinata raccolta di arredi e oggetti (arazzi, cassoni nuziali, paliotti d’altare, poltrone, tavoli) riferibili a manifatture italiane e straniere tra il XVI e il XVIII secolo.

All’inaugurazione della mostra Un viaggio nell’arte italiana, prevista giovedì 31 maggio, sarà presente Massimo Pulini, esperto d’arte che illustrerà ai presenti la Collezione esposta.

The following two tabs change content below.