Perugia, sfruttamento del lavoro: diciotto persone indagate

La presunta organizzazione faceva arrivare in Italia attraverso la rotta balcanica immigrati clandestini impiegati come manovalanza anche per tagliare legna

0
435
La Procura di Perugia

PERUGIA – Diciotto persone sono state indagate dalla Procura di Perugia nell’ambito di un’inchiesta sullo sfruttamento del lavoro in Umbria. La notizia viene riportata da Il Corriere dell’Umbria. Agli indagati viene contestato  l’impiego di immigrati clandestini senza permesso di soggiorno con salari bassi e condizioni di sicurezza inesistenti. Nove indagati, tutti stranieri, vengono ritenuti responsabili del reato di associazione per delinquere. Per sette imprenditori italiani è stata sollecitata la misura cautelare degli arresti domiciliari ma la richiesta è stata rigettata. La presunta organizzazione faceva arrivare in Italia attraverso la rotta balcanica immigrati clandestini impiegati come manovalanza anche per tagliare legna.