Salvata una bambina caduta in piscina: ora è a Roma in terapia intensiva

La piccola paziente presentava gravi sintomi di asfissia. Ora è stata trasferita al Bambino Gesù di Roma

0
349

PERUGIA – Nella tarda mattinata di domenica 16 giugno il personale sanitario della centrale unica regionale del 118 ha messo in atto manovre cardiocircolatorio per rianimare una bambina di tre anni che presentava gravi sintomi di asfissia dopo una caduta in acqua in piscina nei pressi di Todi. L’allarme era scattato poco prima delle 12; dalla postazione della vicina Pantalla è arrivata sul posto una unità operativa che ha verificato la gravità della situazione procedendo a mettere in sicurezza la piccola paziente, che è stata dapprima trasportata al S.Maria della Misericordia e nel pomeriggio trasferita in elisoccorso all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma per essere seguita nella Unità di Terapia Intensiva. I medici che hanno disposto il trasferimento seguiranno già nelle prossime ore l’evoluzione delle condizioni della bambina.