Riciclaggio, l’Umbria migliora e l’inidice complessivo arriva al 58%

Arriva da Arpa Umbria il dato regionale che calcola il rapporto tra la quantità di rifiuti avviati a riciclo, al netto degli scarti di processo, rispetto al totale della quantità di rifiuti prodotta

0
102

PERUGIA – Migliora in Umbria la quantità di rifiuti effettivamente a riciclati dopo la raccolta: l’Indice di riciclaggio complessivo nel 2018 raggiunge il 58%.

I dati Arriva da Arpa Umbria il dato regionale che calcola il rapporto tra la quantità di rifiuti avviati a riciclo, al netto degli scarti di processo, rispetto al totale della quantità di rifiuti prodotta. I dati elaborati saranno presentati domani, a Narni, all’interno del terzo Ecoforum regionale sui rifiuti di Legambiente nella sessione dal titolo “Quanto ricicla l’Umbria?”, dove interverrà Alessandra Santucci, responsabile sezione Regionale Catasto Rifiuti di Arpa Umbria. Come spiega l’Arpa, “si tratta di un valore ampiamente superiore all’obiettivo 2020 posto dalla normativa europea e italiana. L’obiettivo del 50% è stato raggiunto singolarmente per tutte le frazioni considerate con la sola eccezione della plastica. Per la plastica si ha sia una bassa capacità di intercettazione con la raccolta differenziata sia una percentuale di scarti molto elevata nella fase di separazioni dei rifiuti in polimeri omogenei”.

L’incremento Il confronto con il dato 2017, revisionato applicando i criteri di calcolo aggiornati a seguito delle nuove indicazioni europee, mostra un incremento di 4 punti percentuali. L’incremento è dovuto sia ad una maggiore capacità di intercettazione con la raccolta differenziata delle frazioni a riciclo sia a un miglioramento della qualità delle frazioni raccolte. L’incremento dell’indice è da imputare in gran parte al miglioramento del ciclo di gestione della frazione organica per la quale si osserva un aumento sia della capacità di intercettazione sia della qualità. In sensibile miglioramento anche il dato relativo ai metalli. A determinare il valore dell’Indice concorrono due fattori, la capacità di intercettazione con la raccolta differenziata delle frazioni riciclabili e l’entità degli scarti, questo secondo fattore dipende prima di tutto dalla qualità della raccolta differenziata e anche dall’efficienza degli impianti. Durante l’Ecoforum regionale sui rifiuti si farà un bilancio della situazione attuale del ciclo dei rifiuti in Umbria in un confronto aperto tra cittadini, amministrazioni imprese.

La premiazione dei comuni Tra i momenti più attesi, alle 11, presso la sala Digipass del Comune di Narni, ci sarà la presentazione del Rapporto Comuni Ricicloni 2019 con la premiazione dei Comuni che stanno facendo di più e meglio nella regione. L’Ecoforum è promosso da Legambiente, in collaborazione con Arpa Umbria, con il patrocinio di Regione Umbria e Comune di Narni.