Prima firma per il nuovo PalaTerni: un investimento da 16 milioni pronto per il 2023

L'impianto sarà pronto per i mondiali di scherma paralimpica. Prevista una capienza da 5500 posti

0
86

TERNI – Passi in avanti nella realizzazione del nuovo PalaTerni, il palasport polifunzionale da 7 mila metri quadri che nascerà nell’area di Foro Boario: Simon Pietro Salini, presidente del cda della Salc – che controlla al 100% la società di progetto Palaterni Srl – ha firmato in Comune il contratto per la progettazione definitiva ed esecutiva, l’esecuzione dei lavori e la conseguente gestione della struttura e opere correlate e connesse. Oltre 16 milioni di euro l’importo complessivo dell’investimento. Il cantiere dovrebbe iniziare a primavera 2020 e concludersi in due anni. L’obiettivo, ha infatti spiegato Salini nel corso di una conferenza stampa, è completare l’opera entro i Mondiali paralimpici di scherma che si terranno a Terni nel 2023. “Daremo alla città un nuovo spazio polifunzionale – ha aggiunto -, un’estensione del centro abitato raggiungibile anche attraverso nuovi percorsi pedonali e ciclabili, sul fiume, nell’ottica di una città sempre più green”. Nella struttura, che potrà ospitare fino a 5.500 spettatori all’interno e 4.000 all’esterno, potranno svolgersi non solo eventi sportivi ma anche concerti e spettacoli. Prevista anche un’area ad uso commerciale e ristorazione di circa 6 mila metri quadri. “Dagli incontri che stiamo facendo emerge che potranno essere creati dai 100 ai 200 posti di lavoro” ha detto ancora Salini. Soddisfazione per la firma del contratto è stata espressa anche dal sindaco di Terni, Leonardo Latini, e dall’assessore ai Lavori pubblici, Enrico Melasecche.