Presentato il cartellone della Stagione ‘Indizi 2018-2019’

Dal 27 ottobre al 19 maggio, 12 appuntamenti tra teatro, danza ed incontri per la 24esima edizione della rassegna organizzata dal Teatro di Sacco di Perugia alla Sala Cutu in Piazza Giordano Bruno

0
748
Emanuele Salce, Maria Teresa Severini, Roberto Biselli e Sandro Mabellini, nel corso della presentazione di 'Indizi'

PERUGIA- Ora e sempre resilienza ! E’ così, che il Teatro di Sacco presenta la 24 esima edizione della Stagione Indizi, un cartellone che si articolerà in otto spettacoli teatrali, uno spettacolo di danza, tre eventi collaterali. Dodici appuntamenti, in programma dal 27 ottobre al prossimo 19 maggio alla Sala Cutu di Perugia, che sono stati presentati stamani nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato il Direttore artistico del Teatro di Sacco Roberto Biselli, l’Assessore alla Cultura del Comune di Perugia Maria Teresa Severini, assieme ad alcuni protagonisti della rassegna Emanuele Salce, Sandro Mabellini, Stefano Baffetti, Francesca Paola Iozzi ed Enzo Cordasco.

Resistere, resistere, resistere, ora e sempre resistenza! Con questo motto nel cuore il Teatro di Sacco ha continuato, dal 1985, la sua battaglia per un teatro indipendente e di qualità, attraverso produzioni, laboratori, rassegne, eventi, performance, rapporti forti con tutto il territorio dell’Umbria. E allora, Ora e sempre Resilienza; citando Wikipedia, ovvero capacità di un sistema di adattarsi al cambiamento e di riorganizzarsi: è questo che il Teatro di Sacco sta facendo da trentatre anni.

Ad aprire il cartellone di Indizi 2018-2019, sabato 27 ottobre Trainspotting versione teatrale di Wajdi Mouawad, nella traduzione di Emanuele Aldrovandi e la regia di Sandro Mabellini, dell’omonimo celebre film. Si proseguirà il 23 novembre con il debutto della nuova produzione del Teatro di Sacco Io non ho pace, che racconterà, tra teatro e graphic novel, il dramma di una giovane vittima della violenza sulle donne. Nel primo fine settimana di dicembre, sabato 1 e domenica 2, sarà la volta di Emanuele Salce, figlio dell’indimenticato attore e regista Luciano, che con Mumble Mumble, rivelerà le confessioni di un orfano d’arte mescolando registri e toni, tra divertimento ed emozione, in un vero e proprio carosello a tinte surreali. Di seguito, Elena Arvigo sarà, invece, la protagonista di Una Ragazza lasciata a metà, esplorazione dell’animo femminile ferito; La colpa è la mia che t’ho fatto, divertente monologo di e con Stefano Baffetti, attore umbro molto apprezzato per la sua spontaneità e fervida creatività, chiuderà gli appuntamenti del 2018. Il cartellone di Indizi, proseguirà a metà gennaio con la Compagnia Barone-Chieli-Ferrari che presenterà Domani i giornali non usciranno. A febbraio, due eventi particolari : il primo, un laboratorio di scrittura lungo un giorno dal titolo Poesie d’amore scritte a macchina, proposto dalla scrittrice Silvia Vecchini; il secondo, una delle maratone di lettura di Teatro in Provincia progetto del Cendic (Centro Italiano di Drammaturgia) a cura di Duska Bisconti. Tre gli appuntamenti previsti a marzo, la ripresa di Io non ho pace; lo spettacolo musicale dedicato a Amy Winehouse, Amy&Black di Ortika Gruppo teatrale Nomade; Stay- Il Viaggio con Paola Francesca Iozzi, testo sul tema dell’eutanasia in collaborazione con l’Associazione Exit-Italia. La Stagione, proseguirà ad aprile, con Gianni di e con Caroline Baglioni per la regia di Michelangelo Bellani, spettacolo vincitore di numerosi premi, cui farà seguito Le Supplici di Lampedusa testo di Enzo Cordasco liberamente ispirato a Le Supplici di Euripide, interpretato da Floriana La Rocca, Chiara Meloni, Angela Pellicciari e Mirko Revoyera. Chiuderà l’edizione 2018-2019 di Indizi, The Deer is Naked nuovo lavoro della danzatrice e coreografa Manuela Giulietti, in programma alla Sala Cutu domenica 19 maggio.

The following two tabs change content below.