“Pillole di speranza” dall’oratorio GP2 nell’emergenza coronavirus

Attraverso Youtube, Facebook e Instagram l'oratorio continua “a edificare la Speranza"

0
551
Attività estive oratorio perugino 'GP2'

PERUGIA – Nell’emergenza coronavirus c’è chi “dispensa pillole di speranza”: si tratta dell’oratorio GP2 di Perugia che, in questo momento difficile, di notizie tragiche si adopera per … tante pillole di speranza ai 600 fanciulli e ragazzi frequentatori (virtuali al tempo del “Coronavirus”) dell’oratorio. A sottolinearlo è Don Antonio Paoletti, parroco del quartiere di Prepo, parla anche a nome dei suoi confratelli parroci don Fabrizio Crocioni, don Oscar Bustamente e del parroco emerito mons. Giuseppe Gioia, oltre che della responsabile d’oratorio suor Roberta Vinerba.

Social e Oratorio Attraverso social come Youtube, con il canale YouGP2, la pagina Facebook “Complesso interparrocchiale Giovanni Paolo II”, la pagina Instagram “Oratorio.GP2”, l’oratorio “GP2” continua “a edificare la Speranza, restando uniti, trasmettendoci a vicenda, in questo tempo di mancati abbracci, delle vere e proprie carezze di Dio, rafforzando la nostra fede e riscoprendo i nostri veri bisogni: pregare alzando lo sguardo a Dio Padre, relazionarci con Lui e con gli altri, a partire dai più prossimi e quindi dal nostro oratorio, che è una vera famiglia”.

Laboratori di Speranza “Come vivere l’oratorio al tempo del Coronavirus?”. Se lo chiede il parroco di Prepo, che dà anche una rapida risposta: “facendo riunioni via social, confrontandoci su un nuovo modo, seppur provvisorio, di stare con i ragazzi e di vivere la nostra famiglia. Come abitare il nostro villaggio di relazioni? Come trasmettere l’Amore di Dio? Come rendere testimonianza della Speranza? Siamo partiti con tutti i laboratori del “GP2” già dall’inizio dell’emergenza sanitaria, dove ognuno di essi sta comunicando con i propri ragazzi servendosi di un proprio linguaggio, adeguato al contesto e al gruppo stesso”.

Pillole antivirus “Ogni giorno vengono pubblicate sui nostri canali social dei brevi video per tutti, pillole quotidiane (#antivirus) – sottolinea don Paoletti –, trasmesse secondo un palinsesto stabilito, curate da noi parroci, da suor Roberta Vinerba, dal coordinatore d’oratorio Simone Biagioli e dai nostri animatori, che riguardano le storie di santi e testimoni di speranza: Giovanni Paolo II (Non abbiate paura), don Bosco (don Bosco qui e ora), Vittorio Trancanelli e Giuseppe Moscati (Santi medici), i miracoli eucaristici seguendo l’”autostrada verso il cielo” di Carlo Acutis (Road to heaven), … e molte altre che sono in cantiere e in attesa di essere pubblicate”.

Le Messe sui social Ogni giorno, alle ore 19, viene trasmessa la Messa in diretta sulla pagina Facebook, mentre la domenica viene seguita la Messa presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti, e al termine i parroci dell’Unità pastorale inviano una mini-omelia video a tutti i parrocchiani sempre mediante i social. Un modo per mantenere i contatti, seppur virtuali, con il tessuto di una comunità locale in costante crescita sociale e demografica la cui componente cattolica è impegnata a seguire la fase conclusiva della costruzione del complesso interparrocchiale “San Giovanni Paolo II”. Si tratta di un luogo spirituale ma anche socio-aggregativo e culturale che sarà importante punto di riferimento per tutti, anche nel “post-coronavirus” di un territorio periferico non secondario di Perugia.