Perugia – Pisa. Mille gare per il Grifo in serie B. Oddo: “Ad Empoli troppo umili. Non dobbiamo sentirci ridimensionati”.

0
270

PERUGIA – Dopo la netta sconfitta di Empoli, la prima della stagione biancorossa, il Perugia si rigetta nel clima campionato con qualche certezza in meno ma con la voglia di riprendere il cammino interrottosi bruscamente al “Castellani”. L’avversario di turno nell’anticipo di domani sera al Curi (diretta radiofonica su Umbriaradio inblu) è il Pisa, una matricola per modo di dire visto l’avvio brillante di stagione, una sola sconfitta in 6 partite proprio contro l’Empoli come i Grifoni, che sfoggia un Marconi in testa alla classifica del cannonieri e un gioco, quello impostato dal tecnico D’Angelo, concreto e redditizio.

L’obiettivo, per la gara numero 1000 del Perugia tra i cadetti, è quello sfatare il tabù vittoria contro i toscani. Per trovare l’ultima bisogna tornare indietro di 13 anni mentre brucia ancora il playoff di serie c perso proprio contro i neroazzurri nella stagione 2012-13.

Massimo Oddo vuole proporre un Perugia di nuovo aggressivo ed arrembante, archiviano lo stop di sabato scorso come un incidente di percorso.

“La partita di Empoli è stata compromessa da 2 errori difensivi di squadra. Siamo stati tropo lunghi e questo è stato il vero problema. Abbiamo avuto un po’ di timore dei 2 attaccanti avversari per cui non siamo riusciti a giocare sulla palla e ci siamo fatti trovare molto schiacciati. Questo non deve accadere. Abbiamo sbagliato approccio ma non perché ci sentivamo superiori, ma perché siamo stati fin troppo umili. Ho detto alla squadra che ci siamo fatti male da soli ma che per il resto abbiamo giocato alla pari, per cui non devono sentirsi ridimensionati dalla sconfitta.

Per me il risultato è bugiardo, troppo penalizzante che ha fatto perdere l’equilibrio a tutti. Anche i giudizi sono stati troppo pesante secondo me.
Ora andiamo a capo e ripartiamo tenendo in considerazione gli errori fatti. Non sono preoccupato. Il Perugia c’è, sta crescendo e saremo capaci di migliorarci e affrontare meglio le sconfitte sicuramente potremo diventare una squadra ancora più competitiva.

Balic non è ancora quello che conoscevo, è andato in difficoltà e questo ha sorpreso anche me. Anche su di lui ho visto giudizi troppo definitivi.

Domani dovremo saperci adattare la partita come facciamo sempre. Il Pisa è una squadra solida e che non ha timore e che ha messo in difficoltà chiunque. Gioca coprendo tutto il campo quasi sempre con la difesa a 5. Non penso che useranno tanti tatticismi, ma per caratteristiche potrebbe essere una gara come quella contro la Juve Stabia. Vedremo se da quella esperienza ci avrà insegnato qualcosa. Dovremo certamente avere rispetto per loro che stanno facendo benissimo.

Sui fatti extra calcistici non mi esprimo perché non conosco i fatti. Ho parlato con i dirigenti in questi giorni e ho visto grande serenità per cui non mi sembra ci siano tanti problemi”.

Recuperati Sgarbi e Buonaiuto, usciti acciaccati dalla gara di Empoli, Oddo potrebbe lasciarli comunque a riposo nello schieramento che dovrebbe essere quello utilizzato contro il Frosinone con il via libera a Falasco in difesa e Capone sulla tre quarti. A centrocampo Kouan, tra i migliori nelle ultime uscite, potrebbe trovare spazio tra i titolari.

La probabile formazione del Perugia (4-3-2-1): Vicario; Rosi, Gyomber, Falasco, Di Chiara; Falzerano, Carraro, Kouan; Fernandes, Capone; Iemmello

QUI PISA

Dopo il pareggio strappato in 10 al “Penzo” di Venezia in inferiorità numerica  D’Angelo non recupera Asencio mentre riavrà Gucher e Marin più freschi dopo il riposo contro i veneti. Fuori causa invece Moscardelli così come Benedetti squalificato.

La probabile formazione del Pisa (3-5-2): Gori; Aya, De Vitis,  Meroni; Belli, Marin, Gucher, Siega, Lisi; Marconi, Masucci

 

 

 

 

The following two tabs change content below.