Perugia – Lecce 1-2. Ancora un KO casalingo per il Grifo. Troppi errori sotto porta condannano il Perugia

0
349

PERUGIA – Torna la pioggia a bagnare il terreno del Curi dove i riflettori accendono la “pasquetta” dei Grifoni chiamati a dare continuità al pareggio di Pescara in ottica play off. Di fronte il lanciatissimo Lecce di Liverani che insegue Brescia e palermo per un sogio chiamato serie A diretta. Il menù della serata è dunque ghiotto e Nesta presenta una formazione con alcune novità. In difesa Cremonesi sostituisce lo squalificato Sgarbi, mentre capitan Bianco torna titolare al centro del campo. In attacco Melchiorri si riprende il posto ai danni di Sadiq al fianco del confermato Vido. Liverani, causa assenze, deve ricostruire la difesa, ma può contare in attacco su Mancosu e La Mantia, entrambi in doppia cifra nella classifica cannonieri, insieme all’ex Falco.
Si parte con le 2 squadre che si controllano e provano a prendere le misure con il terreno di gioco insidioso. Al 10′ però il pressing dei Grifoni ha la meglio e Melchiorri offre a Verre un pallone delizioso al limite che il numero 5 del Perugia scarica verso la porta trovando però la risposta di Vigorito che ribatte con i pugni. Due minuti dopo ancora Verre ha la possibilità di portare in vantaggio i suoi ma il suo colpo di testa su cross dalla destra è alto di un palmo sopra la traversa. I grifoni sembrano più convinti e provano a prendere il pallino del gioco. Al 27′ Rosi vanifica un contropiede favorevole, poi viene fuori il Lecce che al 38′ sfiora il vantaggio di destro con Mancosu, fermato da una strepitosa parata di Gabriel, che un minuto dopo non può nulla sul colpo di testa ravvicinato di La Mantia che insacca sotto la traversa. Il grifo vacilla ma non demorde e al 44′, sul filtrante di Vido, Falzerano entra in area dalla destra, si porta il pallone sul sinistro e insacca sul palo lontano non lasciando scampo a Vigorito e riequilibrando la gara a pochi secondi dal fischio intermedio di Sacchi.

Si riparte con le 2 squadre che non lesinano gli sforzi per portarsi in vantaggio. La gara è molto aperta e il ritmo indiavolato. Al 10′ Falco controlla al limite dopo un cross dalla destra e pennella un sinistro radente che non lascia scampo a Gabriel per il nuovo vantaggio degli ospiti. I Grifoni ci provano ma il muro del Lecce non si fa trovare impreparato e chiude tutto. Nesta butta nella mischia Han e Sadiq per il finale arrembante dove il Perugia schiaccia i salentini nella propria area. Al 40′ Rosi su cross basso di Vido toglie dalla porta un gol praticamente fatto. Poi 2 minuti dopo è il portiere Vigorito a superarsi su un destro deviato di Han e sulla seguente ribattuta di Sadiq a pochi passi. Tutti avanti nel recupero ma il Grifo non ce la fa a mettere la palla oltre l’estremo difensore ospite e per la settima volta in stagione, soccombe davanti al proprio pubblico.

IL TABELLINO

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, Gyomber, Cremonesi, Mazzocchi (80’ Falasco), Falzerano, Bianco, Dragomir (86’ Sadiq),Verre (76’ Han); Melchiorri, Vido

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Riccardi, Meccariello, Marino (66’ Arrigoni), Venuti; Majer, Tachtsidis, Petriccione (82’ Tabanelli), Mancosu; La Mantia (78’ Palombi), Falco

Arbitro: J. Luca Sacchi

Reti: 39’ La Mantia; 43’ Falzerano; 54’ Falco

Ammoniti: 12’ Cremonesi, 28’ Riccardi, 34’ Melchiorri; 86’ Bianco