Perugia, la partita tra San Sisto e Pontevecchio sarà terminata

La decisine del giudice sportivo, dopo la sospensione a seguito di un furto negli spogliatoio degli ospiti

0
166
L'avvocato Marco Brusco

PERUGIA – Dovrà essere completata giocando la “restante parte di gara”, cioè il secondo tempo, la partita del campionato di Eccellenza tra San Sisto e Pontevecchio, sospesa nell’intervallo sul risultato di 0-0. Lo ha stabilito il giudice sportivo, l’avvocato Marco Brusco. La partita era stata sospesa dopo che i giocatori della Pontevecchio avevano deciso di non rientrare in campo nel secondo tempo a causa di un furto avvenuto nel proprio spogliatoio, dal quale sono stati sottratti telefoni cellulari, chiavi di auto e portafogli. Un episodio per il quale erano intervenuti i carabinieri.

Ammenda Il giudice sportivo ha anche comminato un’ammenda di 150 euro al San Sisto evidenziando “la responsabilità della società ospitante in ordine alla mancata custodia degli spogliatoi” ma tenendo anche conto “della condotta della società”, in particolare la solidarietà espressa agli avversari”. Il San Sisto nell’intervallo si era detto disposto “ad accettare qualsiasi decisione” riguardo il prosieguo della partita.

The following two tabs change content below.