Perugia, i giovani protagonisti al parco Chico Mendez

All’Ostello Spagnoli un nuovo progetto per risvegliare le coscienze dei ragazzi e dire no alla violenza. Si parte giovedì 20 settembre

0
424
Il parco Mendez

PERUGIA – Nel 2017 un bambino su due è stato vittima di bullismo. E’ questo uno dei dati allarmanti emersi stamani nel corso della presentazione del progetto STOP & GO (insieme per il parco), promosso dall’associazione Progetto Donna, ActionAid, sezione Perugia, e dall’associazione culturale CiaoRino, con il patrocinio di Comune e Provincia di Perugia, Regione Umbria, Assemblea Leglislativa, Usl 1, Università degli Studi di Perugia e Università per Stranieri.

Protagonisti STOP & GO si svolgerà in 3 giorni, a partire da giovedì 20 settembre a sabato 22 al parco Chico Mendez, presso l’Ostello Mario Spagnoli, a Perugia. I veri protagonisti del progetto saranno i giovani. L’evento sarà la giusta occasione per riavvicinare cittadini e territorio e sviluppare una nuova etica partecipativa, al fine di ripristinare un uso corretto e responsabile dei luoghi e del bene comune. “Queste giornate centrate sul tema del disagio giovanile – ha spiegato Tiziana Casale, presidente di Progetto Donna – restituiranno al parco la giusta dignità. Il messaggio del progetto è quello di lasciarci alle spalle ciò che è successo e cercare di ripartire”.

“La violenza si respira ovunque ormai – ha detto l’avvocato Gemma Bracco, Consigliera di parità della Provincia di Perugia ed esperta in violenza di genere e bullismo –. Dobbiamo invertire questa tendenza”. “E’ fondamentale il coinvolgimento delle scuole – ha dichiarato Erika Borghesi, consigliera provinciale di Perugia, con delega alle pari opportunità -. In questi anni la Provincia è stata la casa delle associazioni e insieme a loro abbiamo dato vita a numerose iniziative con gli studenti”.

Testimonianza Emozionante la testimonianza di Giancarla Maio, presidente dell’associazione “I ragazzi di ferro”, che ha esordito in conferenza stampa riportando le parole della figlia vittima di bullismo: “Noi bullizzati siamo di ferro, ci ammaccano ma non ci spezzano” e che giovedì 20 presenterà il libro “No! Io… resto qua!”. A ricordare l’importanza di “fare insieme” è stato l’assessore comunale Dramane Diego Waguè, che ha sottolineato la necessità di dare ai ragazzi un modello di coesione e strumenti adeguati, volti alla promozione di aspetti positivi e sani valori.

Nuova vita In questi tre giorni si cercherà tramite la partecipazione di istituzioni, associazioni, volontari e residenti di ridare una nuova vita e identità al parco Chico Mendez, attraverso una serie di eventi che vanno dai dibattiti con i giovani alle riflessioni con gli esperti, da giochi e serate musicali a presentazioni culturali. Alla presentazione, coordinata dal giornalista Mario Mariano, hanno preso parte anche Gianmarco Cesari, vicepresidente di Progetto Donna, Antonio Barbuto, presidente dell’associazione ActionAid, la sociologa Rosa Rinaldi, Lorena Pesaresi dell’associazione ‘Europa comunica’, Francesco Bianchi, presidente dell’Ostello Mario Spagnoli di Perugia, e Maria Luisa Bettinelli dell’Ancri.