Perugia, GEST Gesenu presenta ‘Capitan Cestino’

Al via il nuovo progetto didattico di educazione ambientale per l’anno scolastico 2018/2019, dedicato quest'anno alla riduzione e alla corretta gestione dei rifiuti in plastica monouso

0
306
La Sala dei Notari nel corso della presentazione del nuovo progetto didattico di GEST Gesenu

PERUGIA- Numerosissimi come ogni anno gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado ad inaugurare a Perugia il nuovo progetto didattico di educazione ambientale per l’anno scolastico 2018/2019: Capitan Cestino: alla ricerca della plastica perduta!, un’altra originale esperienza per impreziosire il ventaglio dell’offerta formativa GEST Gesenu, in grado di coinvolgere migliaia di ragazzi sui temi della riduzione, riutilizzo, raccolta e riciclo dei rifiuti a scuola e a casa. Obiettivo, motivare i più piccoli ad assumere comportamenti corretti nei riguardi delle risorse della terra, trasferendo le buone pratiche all’interno dei contesti familiari. L’iniziativa, è stata presentata questa mattina presso la Sala dei Notari di Palazzo dei Priori a Perugia, alla presenza del Sindaco del Comune di Perugia Andrea Romizi; del Vicesindaco del Comune del caplluogo umbro, con delega alle politiche ambientali, Perugia Urbano Barelli; del Presidente Gesenu Wladimiro De Nunzio, della rappresentante del CDA Gesenu Beatrice Castellani. A coordinare la presentazione, è stata Laura Marconi, Referente Progetti Didattici GSA Srl Gruppo Gesenu.

Capitan Cestino: alla ricerca della plastica perduta!, è un progetto patrocinato da Corepla (Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica), affronta l’importante tematica della riduzione e della corretta gestione dei rifiuti d’imballaggi in plastica monouso e propone agli alunni di arruolarsi nella ciurma di Capitan Cestino. La versatilità e la resistenza della plastica hanno rivoluzionato le nostre vite ma la diffusione di oggetti monouso e imballaggi richiede una gestione responsabile e consapevole del loro fine vita. Una campagna che vuole porre l’accento sul fatto che l’inquinamento da plastica è diventata una delle sfide ambientali più attuali e sentite a livello mondiale, principalmente nei mari e negli oceani, dove si calcola che ogni anno un’inadeguata gestione dei rifiuti provochi la presenza di otto milioni di tonnellate di materiali plastici, che contaminano le acque e i pesci che mangiamo.

Agli alunni si spiegherà dunque che noi possiamo invertire la rotta e contribuire concretamente alla salvaguardia dell’ambiente, attraverso la pratica quotidiana della raccolta differenziata e limitando dove possibile l’utilizzo di prodotti usa e getta e con inutili imballaggi. Per aiutare gli alunni in questa missione, ad ogni scuola partecipante verrà consegnato un Diario di Bordo, format cartaceo da personalizzare e compilare con le azioni messe in atto per ridurre e promuovere un uso sostenibile delle materie plastiche e l’adesivo Riduci e Rispetta da attaccare a scuola. Il progetto è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, e le più virtuose alla fine dell’anno scolastico verranno premiate.

Per partecipare a Capitan Cestino: alla ricerca della plastica perduta!, ideato da GSA S.r.l Gruppo Gesenu, le scuole dovranno inviare il modulo di adesione scaricabile dal sito Gesenu entro il 22 Novembre : 075 691743 (interno 825), oppure all’email scuole@gesenu.it, al numero di fax 075 6910312; whatsapp 3668221047.

The following two tabs change content below.