Perugia – Chievo. Oddo: “Unico obiettivo creare entusiasmo”

0
173
Foto Settonce

PERUGIA – Primo giorno di scuola per il Perugia che si presenta all’avvio di campionato con un assetto non ancora definitivo della rosa e in attesa negli ultimi colpi di mercato. L’obiettivo è comunque quello di essere protagonisti e sognare quantomeno un posto nella griglia play off.

La vigilia è stata animata anche dalla brutta avventura di Federico Melchiorri, vittima di un incidente stradale nei pressi di Macerata, dove risiede la famiglia. L’attaccante biancorosso è rimasto fortunatamente illeso e ha partecipato alla seduta di allenamento pomeridiana con i compagni.

Dovrebbe dunque essere fra i convocati per l’esordio di domani al Curi contro il Chievo Verona (diretta radiofonica su Umbriraradio inblu dalle 20:45), squadra retrocessa dalla A e con qualche problema societario ma pur sempre ambiziosa per un pronto ritorno nella massima serie e con un organico di tutto rispetto.

Arriviamo bene a questo primo appuntamento – esordisce il tecnico in conferenza stampa-. Si è creato l’entusiasmo giusto con il lavoro e il passaggio del turno in Coppa. Questo non vuol dire che domani sarà facile. L’inizio del campionato è sempre una incognita.

In questo momento dobbiamo fare una partita basata su quello che abbiamo preparato e sulle nostre convinzioni. Non abbiamo lavorato su un modulo ma sui concetti di gioco. Noi continuiamo a fare quello di cui siamo convinti sapendo che possiamo cambiare.

Federico Melchiorri sta bene, è stato solo un grande spavento.

Domani manderemo in campo quelli che staranno meglio in questo momento. Abbiamo una rosa eclettica che permette tante scelte. Tutti hanno chance di poter giocare. Di certo non ho bisogno delle grandi prestazioni per convincermi del valore dei nostri giocatori che conosco bene.

Anche Angella sta bene e si gioca una maglia con Sgarbi e Gyomber.

Il Chievo è una squadra che ha dei problemi di stabilizzazione della rosa, detto questo ha un organico di serie A con giocatori che possono decidere le partite. Se però affrontiamo la gara con la stessa intensità e voglia delle ultime partite sono abbastanza tranquillo.

In questo periodo non abbiamo obiettivi per il campionato. Dobbiamo credere in ciò che facciamo senza fare tabelle e fasce di merito. Quello che voglio fare è creare entusiasmo. La conseguenza naturale di questo sarà il gioco e le vittorie”.

Il tecnico biancorosso medita se buttare nella mischia l’ultimo arrivato, il difensore Angella al posto di Sgarbi e se ridisegnare l’attacco viste le ottime prove in coppa di Buonaiuto e dello stesso Melchiorri anche se con tutta probabilità verrà confermato l’assetto iniziale delle prime partite ufficiali.

La probabile formazione del Perugia (4-3-2-1): Vicario; Rosi, Gyomber, Angella, Di Chiara; Falzerano; Carraro; Dragomir; Capone, Fernandes; Iemmello

QUI CHIEVO

L’esordiente tecnico Marcolini tira il freno sulle ambizioni dei gialloblu: “A Perugia ci presentiamo con il cartello “lavori in corso”, ci sono tanti calciatori nuovi e altri che per il momento sono rimasti, siamo ancora un po’ un’incognita. Ci mancano diversi tasselli ma sono sereno e ho fiducia nel lavoro della società. A livello fisico e mentale stiamo facendo passi avanti: so che le mie scelte possono aver lasciato interdetto qualcuno, ma io ho delle necessità che dovevo valutare. Chiaro che non ci sono prese di posizione verso nessuno”

The following two tabs change content below.