PalaBarton, Romizi: “Noi impegno per lo sport, altri sport delle chiacchiere”

Il sindaco di Perugia torna sulla vicenda con un post su Facebook: "Questa Amministrazione avrà impegnato, al termine del presente mandato, circa 2 milioni di euro per il Palazzetto"

0
125
Il sindaco Andrea Romizi

PERUGIA – Si riaccende la polemica sui lavori al PalaBarton. Dopo il battibecco di dicembre tra il presidente della Sir, Gino Sirci, che aveva minacciato di portare via la squadra di pallavolo da Perugia e il sindaco della città Andrea Romizi, che aveva sottolineato quanto l’amministrazione comunale avesse già investito nella struttura, a riaprire la questione è un post su Facebook proprio del primo cittadino perugino. Che è anche una risposta ai consiglieri regionali del Pd Casciari e Leonelli che erano intervenuti sull’argomento annunciando un’interrogazione alla giunta regionale. “Nuovo palazzetto, vecchia politica”, esordisce Romizi, che, in polemica con l’opposizione, dice di voler condurre il dibattito sulla vicenda palazzetto sulla base dei fatti. Elenca quindi gli interventi che “nel corso di questo mandato sono stati eseguiti, o comunque affidati”: dal nuovo tabellone elettronico, alla nuova Tribuna telescopica, la riqualificazione degli spogliatoi, la nuova sala stampa e via dicendo. Il tutto, precisa il primo cittadino, “per un totale di circa 600 mila euro, finanziati dall’amministrazione comunale con risorse proprie e con la compartecipazione regionale”. Non solo, in ballo al momento c’è un progetto, presentato alla Sir lo scorso settembre, che prevede un investimento di circa 1.600.000 euro. “Una cifra importante, affatto scontata, con innanzi solo un obiettivo: fare qualcosa che a Perugia non si era mai fatto. Ricapitolando – si legge ancora nel post di Romizi – questa Amministrazione avrà impegnato, al termine del presente mandato, circa 2 milioni di euro per il Palazzetto”. E conclude: “L’impegno per lo sport vs lo sport delle chiacchiere”.