Orvieto, tornano all’Opera Duomo i documenti trafugati nel 2006

L’indagato per il furto infatti è un ex membro del consiglio di amministrazione dell’Opera del Duomo, che al tempo dei furti ricopriva la carica di “Responsabile dell’archivio e della biblioteca”

0
615
Il Duomo di Orvieto

ORVIETO – Tornano nel Duomo di Orvieto 25 documenti archivistici che erano stati trafugati tra il 2006 e il 2008. Si tratta di prospetti, bozzetti, disegni e mappe tutti risalenti al periodo compreso tra il 16esimo e il 18esimo secolo, e costituenti parte importante del patrimonio archivistico dell’Opera del Duomo. Secondo i Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale, (che hanno condotto l’operazione) il furto di queste particolari e preziose opere è avvenuto ad opera di colui che ne avrebbe dovuto garantire la conservazione. L’indagato per il furto infatti è un ex membro del consiglio di amministrazione dell’Opera del Duomo, che al tempo dei furti ricopriva la carica di “Responsabile dell’archivio e della biblioteca”.