Taglio del nastro per il nuovo acquedotto Scheggino-Pentima

L'opera è stata realizzata in tre anni dal Servizio idrico integrato grazie a un investimento di 17 milioni di euro, di cui 14 comunitari concessi dalla Regione Umbria

0
94
La Cascata delle Marmore

TERNI – È stato inaugurato questa mattina a Terni il nuovo acquedotto Scheggino-Pentima, un’opera realizzata in tre anni dal Servizio idrico integrato grazie a un investimento di 17 milioni di euro, di cui 14 comunitari concessi dalla Regione Umbria. Come ha spiegato il presidente della società idrica, Stefano Puliti, durante la cerimonia che si è volta alla Cascata delle Marmore, “si tratta di una delle opere più rilevanti portate a termine in Umbria negli ultimi 20 anni” e permetterà “di mettere fine alle emergenze idriche che spesso si verificano nel territorio”.

Pozzi Il nuovo acquedotto, che conta nove pozzi e si sviluppa lungo 25 chilometri di rete, consentirà di dismettere le sorgenti attualmente utilizzate nei momenti in difficoltà di approvvigionamento, rendendo l’acqua perfettamente potabile. “Il nuovo acquedotto – ha aggiunto Puliti – permetterà alla Conca ternana di usufruire di acqua di qualità e quantità”. L’infrastruttura, che parte dal Campo Pozzi di Terria, nel comune di Ferentillo, prima di arrivare a Pentima, a Terni, attraversa il parco della Cascata, dove transitano le nuove condutture contenute in una struttura – una seduta realizzata nella zona panoramica dell’area, davanti al salto dell’acqua – studiata per non impattare con l’ambiente. Al taglio del nastro di questa mattina, oltre al presidente Puliti e all’amministratore delegato del Sii Tiziana Buonfiglio, hanno preso parte il vice presidente della Regione, Fabio Paparelli, l’assessore regionale alle infrastrutture, Giuseppe Chianella, e il sindaco di Terni Leonardo Latini.

The following two tabs change content below.