Norcia e la Valnerina terremotata sotto la neve (FOTO)

Imbiancata anche gran parte dell’Umbria appenninica. Nessun disagio alla viabilità

0
331

PERUGIA – Norcia, tutta la Valnerina terremotata e gran parte dell’Appennino umbro-marchigiano che si spinge fino alle zone di Gubbio e Gualdo Tadino si sono risvegliate sotto un manto nevoso. Che non ha creato particolari problemi alla circolazione stradale grazie al piano antineve di Anas e delle singole amministrazioni comunali e provinciali: già nella notte i mezzi si sono messi in azione permettendo così di rendere transitabili tutte le principali arterie.

Le precipitazioni più abbondanti, come confermato dal centro funzionale della Protezione civile dell’Umbria, si sono registrate proprio nelle zone colpite dagli eventi sismici del 2016, in particolare Norcia, raggiunta dall’Ansa, Cascia, Castelluccio. Nella città di San Benedetto lo scenario è un misto di bellezza e disagio. La Basilica e la piazza antistante imbiancate, con l’albero di Natale a fare da cornice, sono ancora più suggestive, ma dall’area delle casette Sae emerge tutta la difficoltà che la gente sta vivendo da oltre due anni. Sia nel centro storico che nei villaggi temporanei le persone spazzano le strade, cercando di rendere più agevole il passaggio. Ma non c’è preoccupazione, da queste parti sono abituati a convivere con la neve e il gelo, la differenza è che da un paio di inverni a questa parte lo devono fare vivendo nelle Soluzioni abitative di emergenza che comunque, come racconta una signora mentre sta uscendo di casa, “sono confortevoli e calde”.

I problemi maggiori la neve li crea, invece, per gli inevitabili rallentamenti che subiscono i lavori di ricostruzione e ristrutturazione degli edifici danneggiati e anche sull’ultimazione delle 8 casette di Castelluccio. Le previsioni meteo, comunque, danno un leggero rialzo termico per la giornata odierna, facendo così salire la quota neve sopra i mille metri e questo dovrebbe risparmiare i centri più abitati come la stessa Norcia e Cascia, oltre che le altre aree più popolate dell’Umbria. Nel fine settimana è atteso un leggero miglioramento.