Norcia, è giallo sulla Tari 2016. Il sindaco Alemanno: “Un problema della banca dati”

Molti cittadini, anche con case inagibili, si sono visti recapitare l'avviso per il pagamento della tassa sui rifiuti

0
225

NORCIA – È polemica a Norcia per l’arrivo a molti cittadini colpiti dal sisma (alcuni con case inagibili) della Tari, la tassa sui rifiuti per il 2016. Questione sollevata dal Pd locale, che ha parlato di “regalo di Natale dell’amministrazione per i suoi cittadini”, e della quale riferiscono i giornali locali. L’ufficio tributi del Comune ha quindi emesso un avviso per “fare chiarezza sulla situazione”. Secondo l’ente “la problematica è emersa in quanto la normativa sulla gestione del sisma non ha derogato l’obbligo all’emissione dei ruoli”. “Le difficoltà che l’ufficio sta incontrando – si legge in una sua nota -, per le quali nel pieno rispetto dello Statuto del Contribuente sta chiedendo aiuto ai cittadini, sono legate alla mancanza di relazione tra i dati delle schede Aedes e Fast, redatte per le proprietà e per le unità strutturali dai tecnici della protezione civile e professionisti privati, e le informazioni del ruolo Tari sull’oggetto, soggetto utilizzatore e periodo d’imposta”. “Eravamo consapevoli di aver ereditato questo problema delle banche dati – ha sostenuto il sindaco Nicola Alemanno – tanto che avevamo emesso ed aggiudicato un bando di gara proprio con questa finalità. Gara che abbiamo dovuto annullare a seguito degli eventi sismici. È quanto meno singolare che la problematica sia stata sollevata dal circolo locale del Pd: dovrebbero ben sapere che il Comune utilizza nell’esercizio delle sue funzioni gli strumenti e le norme che il legislatore gli mette a disposizione”.