A Montone, il concerto ‘Amarcord il sogno del Cinema’

Mercoledì 25 Aprile alle ore 18 al Teatro San Fedele, l'omaggio alla Settima Arte di UmbriaEnsemble

0
270
La locandina di 'Amarcord il sogno del Cinema'

MONTONE (PG)- S’intitola Amarcord il sogno del Cinema, il concerto che UmbriaEnsemble propone questo mercoledì 25 aprile alle ore 18, presso la cornice del Teatro San Fedele di Montone. Un particolare viaggio tra musica ed immagini, attraverso alcune delle più belle colonne sonore scritte per la Settima Arte nel corso della sua lunga storia, in un’iniziativa organizzata in collaborazione con la locale Amministrazione Comunale e l’Associazione Culturale Residenze Instabili.

Appena rientrati da un tour di Concerti in Spagna, e già in procinto di ripartire per altri Concerti in Germania, i solisti di UmbriaEnsemble (Luca Ranieri alla viola, Maria Cecilia Berioli al violoncello, Lucrezia Proietti al pianoforte) tornano ad esibirsi per il pubblico italiano,  in un luogo di pura magia, uno dei Borghi più belli d’Italia, sospeso tra terra e cielo. Montone, infatti, ancora conserva perfettamente la sua architettura medievale, e, a dispetto delle sue raccolte dimensioni, vanta una storia importante; in questa terra, dove lo sguardo si perde tra boscaglie impenetrabili e la fierezza delle tradizioni è protagonista, ebbe i natali Braccio da Montone, il grande condottiero che tra Trecento e Quattrocento coltivò e realizzò, almeno per un certo periodo, il grande sogno di uno Stato laico dell’Italia centrale.

In questo magico luogo, scenario da oltre venti anni di un’importante rassegna cinematografica quale l’UmbriaFilmFestival (che ha assegnato la cittadinanza onoraria al regista Terry Gilliam), si tiene il concerto Amarcord il sogno del Cinema. Un’occasione, per poter ascoltare celebri musiche di autori vincitori di Premi Oscar, quali Nino Rota, Nicola Piovani ed Ennio Morricone, per film di grandi registi come Federico Fellini, Giuliano Montaldo, Sergio Leone, Marco Bellocchio, Roberto Benigni, Giuseppe Tornatore, Franco Zeffirelli. Capolavori, capaci di suscitare emozioni sempre nuove.

The following two tabs change content below.