LIVE Perugia – Hellas Verona 1-2. Uno-due degli scaligeri. Il Grifo si sveglia troppo tardi

0
290

PERUGIA – In uno stadio Curi che registra il record di presenze annuali e si caratterizza per un’alta densità femminile, anche grazie all’ingresso ridotto offerto in occasione della festa della donna a tutte le tifose, il Perugia accoglie il Verona in uno scontro diretto di grande importanza verso la volata di fine campionato. Densità e agonismo a centrocampo segnano il passo di un primo tempo in cui entrambe le formazioni hanno difficoltà a trovare spazi per far male. Kingsley rientrato nel ruolo di spalla di Melchiorri non sembra particolarmente a suo agio e il gioco della squadra è impreciso e frettoloso. Il Verona dal canto suo fa la partita, con un migliore possesso di palla e con un Lee a tratti insidioso, ma senza mai rendersi significativamente pericoloso. In questo scenario l’unica opportunità della prima frazione è proprio per Kingsley, imbeccato in profondità da Falzerano, che conclude di destro a lato fermato anche da una deviazione. Si va dunque negli spogliatoi senza grandi emozioni e con il risultato inchiodato sullo 0 a 0.

Le squadre rientrano in campo con il Perugia che inizia provarci e il Verona che mantiene il pressing alto asfissiante per i Grifoni. Episodio dubbio su Kingsley che, servito in area, va a terra. Di Martino lo ammonisce per simulazione. Il Verona si abbassa e Dragomir e Carraro riescono a impostare meglio il gioco ma nella prima incursione gli ospiti passano con il colpo di testa vincente di  Bianchetti in mischia. Pqassano pochi minuti e su un pallone vagante al limite dell’area Henderson sigla il 2 a 0 con un tiro potente alla sinistra di Gabriel. Serata no per la squadra di Nesta che sembra non riuscire a costruire niente di buono. La Curva Nord spinge la squadra più che può, ma la fatica del gioco domina la serata. L’unica occasione del Perugia è di Verre che però non inquadra la porta sul pallone appoggiato da Dragomir. Al 41′ è il solito Verre a infiammare lo stadio e a rimettere in partita il Perugia dopo il miracolo di Silvestri sulla spaccata di Carraro. Il numero 5 insacca sull’angolo lontano dopo essersi liberato in area ed infiamma gli ultimi 5 minuti. Tutto il Perugia è nella metà campo avversaria e il Verona è allineato su due linee a fare muraglia alla porta di Silvestri. Finale convulso in cui l’arbitro sembra aver perso la capacità di gestione, mentre Carraro suona la carica del Perugia per provare l’imbucata vincente che non arriva. Sale anche Gabriel per l’ultimo calcio d’angolo, ma Han non riesce questa volta ad entrare in spaccata sul cross dalla sinistra. Il Grifo si sveglia solo nel finale ed è davvero troppo poco per recuperare un Verona solido e talentuoso.

TABELLINO

Perugia (4-3-1-2): Gabriel; Rosi (69′ Falasco), Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi; Falzerano, Carraro, Dragomir; Verre; Melchiorri (81′ Vido), Kingsley (65′ Han)

Verona (4-3-3): Silvestri; Bianchetti, Dawidowicz, Empereur, Balkovec; Faraoni, Gustafson, Henderson; Lee, Di Carmine (79′ Pazzini), Laribi (67′ Danzi)

ARBITRO: Di Martino

RETI: 53′ Bianchetti; 59′ Henderson; 85′ Verre

AMMONITI: 27′ Dawidowicz; 45′ Balkovec; 48′ Kingsley; 62′ Rosi; 83′ Gustafson