Lavoro in crescita nella provincia di Perugia: a febbraio +7,3%

Secondo i dati della Camera di Commercio, a dicembre 2018 troveranno lavoro 2.760 persone, il 25,4% in più su dicembre 2017. Cresce richiesta di profili High Skill (dirigenti, specialisti, tecnici)

0
267
La sede della Camera di commercio a Perugia

PERUGIA – La Camera di commercio di Perugia ha diffuso i dati sui programmi occupazionali delle imprese della provincia di Perugia rilevati dal Sistema Excelsior per il trimestre dicembre 2018-febbraio 2019. Nel trimestre da dicembre 2018 a febbraio 2019 cresce l’offerta di lavoro nelle imprese della provincia di Perugia rispetto al corrispondente periodo del 2017. Nei novanta giorni presi in esame, il sistema delle imprese assorbirà 10.150 unità lavorative, 690 in più sullo stesso periodo del 2017, pari a + 7,3%. Nel solo mese di dicembre 2018 troveranno lavoro 2.760 persone, il 25,4% in più su dicembre 2017, corrispondente a 560 nuovi posti di lavoro. Nel 29% dei casi le previsioni di assunzione di dicembre ’18, saranno a tempo indeterminato e di apprendistato, dato identico a un anno fa, ma in flessione congiunturale di due punti sul mese precedente, il novembre 2018. A dicembre in corso si contrae ancora la quota di lavoro destinata ai giovani sotto i 30 anni: oggi siamo al 30% contro il 40% di dicembre ’17. Forte crescita per i profili “High Skill” (dirigenti, specialisti e tecnici), cui sarà riservato il 21% delle entrate, sei punti in più sul 15% di un anno fa. Per la prima volta il dato High Skill di Perugia supera la media nazionale ferma al 20%. Sale al 14% l’ingresso al lavoro di personale laureato: 4% in più in un mese, 6 in un anno. Aumenta sensibilmente la difficoltà di reperimento dei profili professionali necessari, che si manifesta in 37 casi su 100, contro i 23 di un anno fa. Le professioni più difficili da reperire per le imprese della provincia di Perugia nel mese di dicembre sono i tecnici in campo Informatico, Ingegneristico e della Produzione; gli operai specializzati e conduttori di impianti nelle industrie tessili, abbigliamento, calzature; i conduttori di mezzi di trasporto.