La Toscana porterà l’olio per la lampada di San Francesco

Almeno 1500 i pellegrini in viaggio in occasione della festa del Santo patrono d'Italia

0
126

ASSISI – Sarà la Toscana la regione che quest’anno offrirà l’olio per la lampada che arde davanti alla tomba di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia, in occasione del pellegrinaggio in programma il 3 e il 4 ottobre. Saranno almeno 1500, fa sapere il comitato ‘La Toscana da San Francesco’, i pellegrini che si muoveranno da tutte le diocesi toscane per partecipare al pellegrinaggio e un centinaio i sacerdoti concelebranti alla messa solenne che la mattina del quattro ottobre sarà presieduta dal cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, nella Basilica superiore di Assisi. Durante la conferenza stampa di presentazione, oggi a Firenze, il vescovo di Grosseto Rodolfo Cetoloni ha spiegato che “ci stiamo muovendo in tutte diocesi, tutte le realtà civili, la Regione e i Comuni per l’offerta dell’olio per questa lampada che arde presso la tomba di San Francesco, un simbolo molto bello, una luce che continua ad essere alimentata dal frutto del lavoro della nostra terra. E quest’anno come toscani lo facciamo a nome di tutta l’Italia”. Il vescovo ha parlato di “due giorni con dei momenti particolari: il primo giorno ci sarà il premio ‘Frate Jacopa’ che sarà consegnato a una fiorentina e poi nel pomeriggio la rievocazione della morte di san Francesco. Dopo cena ci sarà un momento di preghiera per i giovani e il giorno dopo la parte più ufficiale con l’offerta dell’olio e la celebrazione presieduta dal cardinal Betori”. Previsto anche un concorso per le scuole toscane di ogni ordine e grado per ‘Giovani maestri di sogni’. “Ci fa piacere – ha aggiunto l’assessore all’Istruzione Cristina Grieco – questo ruolo da protagonista della Regione e ci fa piacere sostenere il concorso per le scuole”.