La ripresa del mercato immobiliare in Umbria ancora non c’è

Come evidenziato dall’analisi dell’Osservatorio di Immobiliare.it sul mercato residenziale, nel primo semestre 2019, rispetto al dicembre 2018 i valori di vendita sono diminuiti dell’1,3%, portando il prezzo medio richiesto per un immobile a 1.197 euro al metro quadro

0
119

PERUGIA – Ritarda ancora la ripresa del mercato immobiliare umbro, che registra valori negativi sia a livello di regione che nelle città capoluogo. Come evidenziato dall’analisi dell’Osservatorio di Immobiliare.it sul mercato residenziale dell’Umbria, nel primo semestre 2019, rispetto al dicembre 2018 i valori di vendita sono diminuiti dell’1,3%, portando il prezzo medio richiesto per un immobile a 1.197 euro al metro quadro. Il canone medio dell’affitto si attesta invece a 6,49 euro/mq complice un +0,3% segnato negli ultimi sei mesi. Per quanto riguarda il mercato dei capoluoghi, Perugia si conferma la città più cara nonostante il trend negativo registrato sul fronte delle compravendite. Nell’ultimo semestre il prezzo d’acquisto è sceso dell’1,4% e addirittura del 2,9% rispetto al giugno 2018. Considerando il prezzo medio al metro quadro di 1.180 euro, chi ha intenzione di acquistare un appartamento da 80 mq a Perugia dovrà tener conto di una spesa di circa 95 mila euro. Per un immobile delle stesse dimensioni a Terni sarà possibile risparmiare circa dieci mila euro, in virtù di un prezzo medio sceso a 1.048 euro/mq dopo il crollo dei costi del 2,1% rispetto al dicembre 2018. Situazione leggermente diversa per quanto riguarda gli affitti, con Perugia che riesce a restare fuori dalla spirale negativa, registrando, invece, un +1,5% nel confronto con il dicembre dello scorso anno. In questo modo il prezzo al metro quadro raggiunge quota 7,01 euro. Terni, invece, si ferma a 5,92 euro/mq, migliorando il trend rispetto a marzo 2019 di 0,8 punti percentuali, ma risultando in perdita del 2,5% nel confronto semestrale.