Indizi. Al via a Perugia la XXV edizione della rassegna

Dodici appuntamenti in cartellone tra reading, spettacoli di prosa e danza a partire da sabato 9 novembre per la Stagione organizzata alla Sala Cutu del capoluogo umbro dal Teatro di Sacco

0
94
Matthias Martelli, ospite della XXV edizione di Indizi con 'T'amo aspettando il contraccolpo'

PERUGIA- Con il reading Merry Vs Lo Svedese, prende avvio sabato 9 novembre alle ore 21 la XXV edizione di Indizi la Stagione teatrale organizzata dal Teatro di Sacco alla Sala Cutu di Perugia. Dodici appuntamenti in cartellone tra reading, spettacoli di prosa e danza in programma fino al prossimo maggio nello spazio di Piazza Giordano Bruno, sotto l’insegna quest’anno del tema Le parole per dirlo, una drammaturgia per l’oggi.

Questa edizione di Indizi, fanno sapere gli organizzatori, seppur nella grave ristrettezza delle risorse, vuole offrire una piccola panoramica delle parole odierne del teatro indipendente nonchè la ricerca, l’innovazione, confrontandosi con grandi classici e con alcune miniature del contemporaneo. Questo, cercando di trasmettere allo spettatore stimoli diversi, inusuali, sempre particolari per una fruizione teatrale attiva e necessaria come la Sala Cutu si è sempre impegnata ad offrire alla città, anche in tempi di economia difficile.

Una programmazione per tutti i gusti, come dicevamo, dedicata ai generi tra i più diversi. Dal reading alla prosa, diversi sono gli appuntamenti che vedranno protagonisti artisti del territorio a partire dal primo spettacolo il reading Merry Vs Lo Svedese; ispirato al romanzo di Philip Roth Pastorale Americana, vede in scena il direttore artistico di Indizi il regista e attore Roberto Biselli assieme a Cecilia Di Giuli. Come anche Stefano Baffetti (con L’Isola degli Uomini e La Colpa è la mia che t’ho fatto); Ciro Masella (con Dante-Inferno#1, sonorizzato da Angelo Benedetti); la poetessa Anna Maria Farabbi (con il reading Ninnando il Dialetto Buio).

Oltre ad ospitare importanti presenze in esclusiva per la rassegna : Matthias Martelli, reduce dal successo della riproposizione a cinquant’anni dal debutto di Mistero Buffo di Dario Fo (presentato con grande successo di pubblico e critica, in prima nazionale a settembre, nell’ultima edizione del Todi Festival), con T’amo aspettando il contraccolpo; come pure, Bernardo Casertano con Caligola-Assolo (anche lui presente al Todi Festival 2019, nella sezione Todi OF); Bruno Petrosino con Cartoline da Casa mia (testo di Antonio Mocciola, per la regia di Marco Prato); Fabrizio Sinisi con Pietà; Anna Cianca con L’Altra (di Franca De Angelis, diretto da Christian Angeli). E ancora, per la danza, in collaborazione con Officine TSU (nell’ambito della rassegna Smanie di Primavera), Marco Chenevier che presenterà Quintetto; Lucia Guarino e Paolo Rosini con le due performance Cuore Matto e Frammenti Liquidi, che ad inizio del prossimo maggio concluderanno la XXV edizione di Indizi.

The following two tabs change content below.