Inchiesta sanità, la nuova Giunta regionale si costituisce parte civile

L'inchiesta aveva portato, tra l'altro, alle dimissioni della ex presidente Marini

0
162
La giunta nella prima riunione di mercoledì (foto Ansa)

PERUGIA – La nuova Giunta regionale, guidata dalla presidente Donatella Tesei, ha deciso di costituirsi parte civile nel processo sulle presunte assunzioni pilotate al Santa Maria della Misericordia. L’inchiesta sui concorsi pilotati all’ospedale di Perugia aveva portato alle dimissioni della precedente governatrice, Catiuscia Marini, e agli arresti domiciliari dell’ex direttore generale Emilio Duca, dell’ex direttore amministrativo Maurizio Valorosi, dell’ex assessore alla sanità Luca Barberini e dell’ex segretario regionale del Pd Gianpiero Bocci.

La nota ufficiale La Giunta regionale, su proposta della presidente Donatella Tesei, ha deliberato, nella seduta che si è svolta questa mattina, mercoledì 27 novembre, la costituzione della Regione Umbria come parte civile, nei confronti di tutti gli imputati, nel procedimento penale RGNR n. 3172/2019 riguardante presunti reati in materia di sanità, pendente innanzi al Tribunale Civile e Penale di Perugia e di nominare quale difensore l’avv. Anna Rita Gobbo, del Servizio Avvocatura regionale.

The following two tabs change content below.