Il Mondo di Sergio Cavallerin in mostra a Gualdo Tadino

Fino al 29 settembre presso il Museo Civico Rocca Flea, il percorso curato da Giorgio Bonomi dedicato al poliedrico 'divulgatore dell'arte disegnata', abile manipolatore di simboli e segni dei nostri tempi

0
139
Sergio Cavallerin, protagonista della mostra 'La Dinamica dei segni' al Museo Civico Rocca Flea di Gualdo Tadino

GUALDO TADINO- La Dinamica dei segni, è il titolo dell’esposizione che vede protagonista Sergio Cavallerin che viene inaugurata sabato 7 settembre al Museo Civico Rocca Flea di Gualdo Tadino. Un percorso curato da Giorgio Bonomi, dedicato ad un vero e proprio divulgatore dell’arte disegnata, come lui stesso ama definirsi. Dal fumetto alla pittura, dalla grafica pubblicitaria all’illustrazione, dall’istallazione alla fotografia, questo è il background artistico di Sergio Cavallerin in cui la matrice stilistica legata alla Pop art si unisce alla sua pirotecnica immaginazione. Un abile manipolatore di simboli e segni dei nostri tempi, capace di catalizzare nelle sue opere, con sagacia e seducente ironia, l’immaginario collettivo, il luogo comune, ma anche i tanti nonsense della nostra società.

Sergio Cavallerin è infatti, un’artista con un’ innata vocazione all’immagine, così forte da portarlo, giovanissimo, a non cercare altra realizzazione al di fuori del mondo dell’espressione visiva. Inizia così la sua collaborazione con prestigiose agenzie pubblicitarie, quotidiani e riviste italiane e straniere come grafico, illustratore, vignettista umoristico e disegnatore di fumetti. Da subito è portato ad indagare ed approfondire tutti i risvolti della rappresentazione artistica, sia con le tecniche pittoriche, che con l’obiettivo fotografico, senza trascurare felici combinazioni multimediali, utilizzando la musica e l’immagine cinematografica.

Negli anni ’80, dopo aver dato vita alla rivista umoristica Tratto, di cui è anche direttore, è stato tra i fondatori della casa Editrice Star Comics. Nello stesso periodo inizia il suo impegno per la diffusione dei fumetti esteri in Italia (in particolare i comics americani ed i manga giapponesi) che lo porterà, nei primi anni ’90, a fondare l’azienda di distribuzione di libri e fumetti Star Shop, a tutt’oggi leader del settore distributivo italiano.
Nel corso di questi due decenni si intensificano le premiazioni ed i riconoscimenti ricevuti per l’umorismo d’arte, da Bordighera a Varsavia, dal Belgio a Cuba. Negli stessi anni crea i Polimeri, sequenze di rappresentazioni labirintiche di segni che coinvolgono direttamente lo spettatore con domande essenziali. Sono acrilici su tela di grandi dimensioni e tutti sono stati ospitati da importanti gallerie italiane e all’estero in prestigiose sale espositive.

Nel 2007 pubblica Felineide, una raccolta di dipinti dedicati all’amato universo dei gatti in cui le immagini sono accompagnate dai testi di Vincenzo Mollica. Il tributo poetico a questo animale si traduce in una serie di mostre che attraversano l’Italia ed approdano all’estero. Seguirà nel 2012 il volume Cats, dove il legame tra Sergio Cavallerin e i gatti si sviluppa in composizioni fantasiose ricche di colori con richiami alla Pop-art. Una figura che diventa una sorta di stella polare che guida alla riflessione su di sé e sul mondo circostante.

La mostra di Sergio Cavallerin La Dinamica dei segni, sarà visitabile fino a domenica 29 settembre presso il Museo Civico Rocca Flea di Gualdo Tadino.

 

The following two tabs change content below.