‘Il Maestro e Margherita’ al Teatro Morlacchi di Perugia

Il celebre romanzo di Michail Bulgakov, nella messa in scena di Andrea Baracco con protagonista Michele Riondino, da martedì 12 a domenica 17 novembre per la Stagione di Prosa del TSU

0
378
Michele Riondino assieme ad alcuni degli interpreti de 'Il Maestro e Margherita'

PERUGIA- L’adattamento di un classico della letteratura del secolo scorso, quale Il Maestro e Margherita dello scrittore russo Michail Bulgakov, una delle ultime produzioni del Teatro Stabile dell’Umbria, arriva questa settimana a Perugia.

Lo spettacolo, nella drammaturgia curata da Letizia Russo  nell’allestimento affidato al regista Andrea Baracco, dopo aver debuttato nella passata stagione al Cucinelli di Solomeo e aver fatto tappa in alcune delle più importanti piazze italiane, va in scena nel capoluogo umbro da martedì 12 a domenica 17 novembre per la Stagione di Prosa 2019-2020. Interpreti principali Michele Riondino e Federica Rosellini, con la partecipazione di Francesco Bonomo, e i giovani della Compagnia dello Stabile (Giordano Agrusta, Carolina Balucani, Caterina Fiocchetti, Michele Nani, Alessandro Pezzali, Francesco Bolo Rossini, Diego Sepe, Oskar Winiarski).

“Un eterogeneo gruppo di attori dà vita alle magiche e perturbanti pagine di Michail Bulgakov -spiega nelle note di presentazione il regista Andrea Baraccofaremo palpitare i nostri cuori dando corpo ad una delle più strazianti e straordinarie storie d’amore della letteratura, quella tra il Maestro e Margherita e quel loro rimanere fatalmente impigliati, imprigionati quasi, l’uno nel corpo e nella mente dell’altra. Il Maestro e Margherita è un romanzo pieno di colori potenti e assoluti, tutti febbrilmente accesi, quasi allucinanti. Si passa in un attimo dal registro comico alla tirata tragica, dal varietà più spinto all’interrogarsi su quale sia la natura dell’uomo e dell’amore. Basso e alto convivono costantemente creando un gioco quasi funambolico, pirotecnico, in cui ci si muove sempre sulla soglia dell’impossibile, del grottesco, della miseria e del sublime. A volte si ride, a volte si piange, spesso si ride e piange nello stesso momento. Insomma in questo romanzo, si vive, sempre”.

Da segnalare, che giovedì 14 novembre, alle ore 17.30, al Teatro Morlacchi, Michele Riondino e la Compagnia, parteciperanno al consueto incontro con il pubblico tenuto dal Professor Alessandro Tinterri, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo e di Storia e Critica del Cinema dell’Università degli Studi di Perugia.

Lo spettacolo Il Maestro e Margherita, dopo aver fatto tappa a Perugia sarà in scena la prossima settimana al Teatro Politeama Clarici di Foligno lunedì 18 novembre e al Teatro degli Illuminati di Città di Castello mercoledì 20 novembre.

 

The following two tabs change content below.