I dazi frenano lo sbarco del prosciutto di Norcia in America

A dirlo è il presidente del Consorzio, Pietro Bellini

0
171
Un prosciutto di Norcia

PERUGIA – “I dazi americani sui prodotti dell’agroalimentare italiano potrebbero colpire anche il prosciutto e questo ci impone una riflessione attenta dato che stavamo avviando le procedure per tentare di conquistare proprio il mercato statunitense”. E’ quanto ha detto all’ANSA Pietro Bellini, presidente del “Consorzio di tutela Igp prosciutto di Norcia”. “Il progetto che abbiamo in cantiere da tempo è quello di sbarcare prima in Canada, tanto che stiamo lavorando per l’accreditamento, per poi entrare in America – ha spiegato Bellini – ma a questo punto occorre guardare con attenzione cosa accadrà e se davvero i dazi colpiranno anche il prosciutto italiano”. L’ex sindaco di Preci ha sottolineato, inoltre, che al di là delle procedure amministrative, “andare a occupare questi nuovi mercati occorrono anche degli investimenti importanti e noi che siamo piccolini non possiamo certo permetterci passi azzardati, quindi non resta che attendere di capire come si evolverà la situazione, confidando che la diplomazia governativa riesca a scongiurare l’introduzione di questi dazi”.

The following two tabs change content below.