Gubbio riparte, con un’estate ricca di eventi e spettacoli

Un calendario dedicato alla prosa, alla musica e alle manifestazioni. Dalla Stagione del Teatro Romano al Cinema all’aperto, dal DOC Fest, al Palio della Balestra, fino al Festival del Medioevo

0
198
Il Teatro Romano di Gubbio, cornice quest'estate di appuntamenti con la prosa, la danza e la musica

GUBBIO- Gubbio riparte scommettendo su cultura e turismo, con un’estate ricca di eventi, nell’anno forse più difficile di sempre con decine di spettacoli, manifestazioni culturali, sportive e folkloristiche. Questo, nella difficoltà delle gestioni organizzative ma nella certezza che un vero rilancio della città non possa che partire da qui.

Venticinque spettacoli nella suggestiva e sicura cornice del Teatro Romano, tra prosa, danza, opera e appuntamenti musicali che vanno dal cantautorato d’autore di Vinicio Capossela ai concerti di Umbria in voce, Gubbio oltre festival, Gubbio Jazz e dei giovani talenti del Gubbstock Rock Festival; il Cinema all’aperto nel Chiostro di San Pietro (con spettacoli dal 12 luglio al 21 agosto); il DOC Fest, il Palio della Balestra, i Concerti-Aperitivo, il Trofeo Fagioli, fino alla fine di settembre con il Festival del Medioevo; Gubbio, propone alla città e ai turisti per l’estate 2020 un calendario all’insegna della qualità.

“Gubbio riparte, con una stagione ricca di spettacoli -sottolinea l’assessore alla Cultura e Turismo Oderisi Nello Fiorucci- con la forte convinzione dell’opportunità di rilanciare la città attraverso una proposta culturale e turistica di alta qualità. Quest’anno a causa dei protocolli anti Covid, il Comune si assume oneri ben maggiori del passato, sia di tipo finanziario sia di tipo operativo. Penso, su tutti, alla messa in sicurezza del Chiostro di San Pietro e del  Teatro Romano, e alla gestione delle normative per l’identificazione e il dislocamento degli spettatori nel Teatro stesso. Tuttavia, consapevoli anche del forte rapporto con la Direzione Regionale dei Musei, quest’anno possiamo contare su un ampliamento degli spazi: abbiamo, infatti, ottenuto il ripristino di alcune parti della gradinata che nella scorsa stagione non erano disponibili per problemi di erosione”.