Gubbio No Borders. Apertura al Teatro Romano con Danilo Rea

Sabato 17 agosto il trio del pianista inaugura la 18esima edizione del Festivai. Ospiti anche il trombettista Fabrizio Bosso, il sassofonista Javier Girotto, il bassista Massimo Moriconi

0
126
Danilo Rea, protagonista dell'inaugurazione della 18esima edizione di Gubbio No Borders

GUBBIO- Con un concerto che vedrà protagonista il pianista Danilo Rea, prenderà avvio dalla cornice del Teatro Romano la 18esima edizione di Gubbio No Borders. La rassegna fondata nel 2002 promossa dall’omonima associazione, sotto la direzione artistica di Luigi Filippini, nel corso degli anni si è sviluppata al punto da ritagliarsi una posizione di primo piano nell’ambito dei festival jazz estivi italiani. Questo, grazie ad una formula che ha coniugato il jazz con la musica d’autore, il cinema, il teatro, la fotografia, la filosofia, portando nei luoghi storici della Città di Gubbio tantissimi esponenti della musica nazionale e internazionale tra cui Benny Golson, Paul Wertico (storico batterista del Pat Metheny Group), Gino Paoli, Franco Cerri, i Quintorigo, Maria Pia De Vito, Giovanni Tommaso e Dado Moroni.

Edizione 2019 di Gubbio No Borders che s’inaugurerà sabato 17 agosto, con il trio di uno degli artisti più amati del panorama musicale nazionale in una rilettura di celebri canzoni, dai Beatles fino a Fabrizio De Andrè, attraverso la sua maestria di improvvisatore contraddistinta da un approccio melodico in equilibrio tra jazz, rock e pop. Ad affiancare Danilo Rea sul palco, altre due eccellenze della musica italiana: il contrabbassista Ares Tavolazzi e il batterista Ellade Bandini.

Protagonisti degli altri appuntamenti in cartellone, il batterista Lorenzo Tucci, il trombettista Fabrizio Bosso, il sassofonista Javier Girotto e l’hammondista Luca Mannutza, insieme il 21 agosto di scena presso la cornice di Palazzo Ducale, che il 28 agosto ospiterà anche il duo formato dal bassista Massimo Moriconi e dalla cantante Emilia Zamuner.

Oltre ai concerti, in programma anche le No Borders Masterclass tenute quest’anno da undici docenti (i chitarristi Francesco Diodati e Paolo Ceccarelli, i sassofonisti Cristiano Arcelli e Leonardo Radicchi, il trombonista Andrea Angeloni, i contrabbassisti Gabriele Evangelista e Ferdinando Romano, la cantante Marta Raviglia, il batterista Marco Valeri, Il trombettista Angelo Olivieri, il pianista Alessandro Giachero), che il 1 settembre insieme ai propri studenti si esibiranno nel Cortile della Società Generale Operaia di Mutuo Soccorso di Palazzo Benvenuti.

 

The following two tabs change content below.