Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo: tante le iniziative delle scuole umbre

A Perugia dieci classi seconde, 240 studenti, che hanno affollato la Sala dei Notari per discutere insieme agli ospiti del fenomeno

0
293
Sala dei Notari

PERUGIA – Venerdì 7 febbraio si celebra in Italia la giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo, che anticipa di soli quattro giorni, la giornata del Safer Internet day dell’11 febbraio. Due appuntamenti fondamentali per i giovani di oggi, non solo per mostrare consapevolezza nei confronti del fenomeno, ma per imparare a reagire e a contrastarlo insieme. Per tutta la giornata, in Umbria saranno tante le iniziative per focalizzare il fenomeno e capirne la reale diffusione nella nostra regione e le principali conseguenze. Il primo appuntamento della giornata, a Palazzo de Priori a Perugia, “Il bullismo e il cyberbullismo. Insieme si vince: dialogo aperto sull’uso consapevole della Rete” organizzato dall’Istituto comprensivo Perugia 3.

Il progetto Dieci classi seconde, 240 studenti, che hanno affollato la Sala dei Notari per discutere insieme agli ospiti del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, un problema esistente in tutte le realtà in cui ci sono giovani, ragazzi, in particolare nell’ambito scolastico dove questi atteggiamenti sono sempre più frequenti. Insieme al vicesindaco di Perugia, Gianluca Tuteri, al Procuratore generale della Repubblica, Fausto Caredella, a Michela Angeletti e Mauro Morello, fondatori di Web Genitori e a Federica Pala, presidente Comitato genitori, gli studenti hanno discusso del fenomeno approfondendo l’argomento con riflessioni e domande degli stessi alunni. Obiettivo del progetto è appunto quello di accendere una luce e aprire una riflessione non solo sui comportamenti di bullismo ma anche della diffusione degli stessi tramite i sociale e la rete.

Diffusione sui social Il bullismo, infatti, esiste da sempre ma si è amplificato con l’avvento dei social e della rete. Se prima molti comportamenti aggressivi restavano circoscritti tra le mura delle classi o negli spazi aggregativi giovanili, oggi – con la diffusione di smartphone e di sempre nuovi social – tali atteggiamenti hanno iniziato ad essere diffusi e condivisi sulla rete, come spiegato dalla dirigente scolastica dell’ICPerugia 3 Simonetta Zuccaccia ai microfoni di Umbria Radio.

Altri appuntamenti Dal 7 all’11 febbraio si susseguiranno diverse iniziative in tutto il territorio regionale. A Perugia, all’auditorium di Piscille, l’incontro su “Le molte facce del bullismo: interventi di educazione e prevenzione”, organizzato dall’Iis Cavour Marconi Pascal. L’11 febbraio, al centro congressi “Capitini” di Perugia saranno coinvolti circa seicento allievi ed è prevista anche l’interazione con una psicologa specialista del settore per parlare di bullismo. A Terni l’appuntamento è a palazzo Gazzoli, dove confluiranno oltre 300 giovani. In totale, quest’anno, circa 3 mila ragazze e ragazzi di scuola secondaria di primo e secondo grado – annuncia l’Usr – saranno formati-informati sull’argomento, con una ricaduta importante sui coetanei e tutto il mondo della scuola. Ricordiamo che i temi legati al bullismo e al cyberbullismo saranno affrontati da Ivano Zoppi, presidente di Pepita Onlus e segretario generale della Fondazione Carolina, martedì 11 e mercoledì 12 nella rassegna stampa di Umbria Radio, curata da Pierpaolo Burattini, a partire dalle 7,30.