“FootBook: Racconta e Gioca. La biblioteca fa squadra”. Tre giorni tra sport, gioco e cultura

0
161

PERUGIA – Libri e storie di calcio, biblioteche e campi da gioco: torna in città il racconto del calcio con un nuovo progetto del Comune di Perugia, della Biblioteca comunale Sandro Penna, di Bibliobus e di Zero in Condotta: FootBook Perugia Racconta e Gioca.

Con la direzione artistica di Alessandro Riccini Ricci, direttore di Milano CalcioCity, il progetto mette insieme la cultura e il potenziale aggregatore del calcio nell’anteprima prevista il 23 aprile al teatro Brecht e il festival in programma, tra laboratori, eventi, percorsi educativi e incontri, dal 22 al 24 maggio.

Il programma e la serie di eventi ludico-culturali sono stati presentati dall’assessore alla Cultura del Comune di Perugia Leonardo Varasano, da Nicoletta Mencarini delle Biblioteche comunali, da Roberta Migliarini, dirigente dell’Area servizi alla persona del Comune di Perugia, e da Alessandro Riccini Ricci.

Il cuore del festival sarà San Sisto, tra la biblioteca Sandro Penna, il Teatro Brecht e gli spazi, come il Palazzetto dello sport, della Proloco (che ha collaborato fattivamente e con entusiasmo all’organizzazione della manifestazione) – più la Biblioteca itinerante Bibliobus che raggiunge sette frazioni della città -, visto che il calcio è un’attività molto diffusa e radicata nel quartiere dove, oltre a tre associazioni calcistiche, è presente una storica e nutrita tifoseria perugina.

Si parte dal calcio perché insegna a stare insieme, a costruire rapporti tra persone, condividendo obiettivi divertendosi: il campo è piazza, luogo di incontro tra persone, culture e tradizioni. Spazio che include. Per raccontare, leggere, scrivere e giocare.
Imparare a crescere insieme. Unire, dialogare, includere persone e luoghi. Attraverso il calcio.

IL PROGRAMMA

LE ANTEPRIME: APPEL E SUALZO
Due presentazioni di libri legati al mondo del calcio e dello sport.
Giovedì 20 febbraio, ore 10.00, al Teatro Brecht, viale San Sisto
Lo scrittore romano Federico Appel incontra i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado del quartiere per presentare «Pesi massimi. Storie di sport, razzismi, sfide», libro di fumetti edito dalla Sinnos.
7 storie di sport, tra grandi imprese e diritti da conquistare.
Storie di grandi vittorie, in campo ma non solo, tra corse, calci, pugni e pensieri.
Pugili, tennisti, calciatori, ciclisti, corridori. Grandi vittorie e grandi sconfitte, medaglie, record e idee. Ostacoli da superare e difficoltà, ma anche imprese epiche e corse sconosciute, buoni e cattivi.
In questo libro non ci sono i soliti campioni. Ci sono pesi massimi, coi muscoli, col cuore e col cervello: Muhammad Ali, Duke Kahanamoku, Jesse Owens, Gino Bartali John Carlos, Tommie Smith, Peter Norman, Carlos Caszely, Socrates, Arthur Ashe, Francois Pienaar, Vlade Divac, Cathy Freeman.
Redattore di una casa editrice per ragazzi, Federico Appel è autore e illustratore.
Nel 2008 ha pubblicato il suo primo libro, il romanzo ‘Le memorie di Alessandro’.
Oltre a illustrare libri di altri autori, ha scritto ‘Il sosia di Napoleone’ e ‘La leggenda di Zumbi l’Immortale’, insieme a Fabio Stassi, un altro libro a fumetti.

Mercoledì 15 aprile, ore 10.00, al Palazzetto dello Sport San Sisto, via Donizetti
Silvia Vecchini, scrittrice, e Sualzo, illustratore perugino, incontrano i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado e presentano due graphic novel, storie che raccontano il coraggio e le emozioni dei ragazzi.
– «Fiato sospeso. Tornare a immergersi», edito nel 2018 da Tunué nella collana Artist Edition.
La storia della giovane protagonista Olivia, che soffre di una grave allergia ed è costretta a continue accortezze, vuole incoraggiare i bambini e i ragazzi che sentono la propria diversità come un limite e spesso si chiudono in una bolla che alla fine toglie il respiro.
– «21 giorni alla fine del mondo», edito nel 2019 da Il Castoro, nella collana dedicata ai bambini.
Fra lezioni di karate, incomprensioni, gesti inaspettati e ricordi sopiti, Lisa e Ale dovranno affrontare le loro paure più grandi per scoprire la verità e ritrovarsi cambiati, cresciuti e forse ancora più amici.
Silvia Vecchini scrive libri per bambini, testi scolastici e progetta materiale didattico.
Con suo marito, Antonio Vincenti – Sualzo – ha creato ‘Il Gruppo Sicomoro’ e svolgono insieme una attività editoriale rivolta ai bambini e ai ragazzi come autori e illustratori.

FOOTBOOK 23 APRILE e 22-24 MAGGIO
FootBook: Racconta e Gioca si sviluppa proprio come un campionato di calcio. Si conclude in piazza in quattro diverse occasioni dove il calcio è associato a varie declinazioni culturali: libri, fumetto, teatro e video. Alla preparazione e formazione – l’allenamento – con i laboratori seguono le partite per condividere con la comunità le esperienze.
Previsti anche una Serata dedicata al Grifo (tra calcio, boxe, pallavolo, nuoto) e un Omaggio ai Presidenti del Perugia, da D’Attoma a Gaucci a Santopadre.

LABORATORI
– Graphic novel sul Perugia calcio e storie di sportivi, per bambini e giovani, condotto da esperti. A cura della Biblioteca delle Nuvole. Si articola in un corso di disegno per il fumetto rivolto a ragazzi dagli 8 ai 12 anni e si svolge presso la Biblioteca Sandro Penna il mercoledì dalle 17 alle 19. Il corso è composto da 20 incontri, da gennaio a maggio. Un secondo corso  di 20 incontri è rivolto agli adulti dai 17 anni il lunedì dalle 19 alle 21 sempre negli spazi della biblioteca Sandro Penna.
– Coding/Robotica: ragazzi della scuola secondaria di primo grado di San Sisto creano piccoli videogiochi/programmi per comandare robot e formare squadre che si sfideranno in un minitorneo di calcio. Gli incontri si terranno presso l’Istituto comprensivo 7, mentre le partite verranno organizzate in biblioteca e la finalissima al Palazzetto dello sport di San Sisto.
– Crossmediale, per realizzare podcast e video – con videomaking e videoediting – per il social dedicato, per documentare i laboratori, gli incontri e gli eventi.
– La Partita giusta: percorsi educativi di storie di sportivi portatori di valori civili e democratici, destinato a bambini e ragazzi, con incontri che si svolgono nelle scuole, in biblioteca e nel Bibliobus
– Come calciavo? Il calcio del Perugia del ‘900: gli anziani della Casa di quartiere Padre Pio di Castel del Piano sono coinvolti dal Bibliobus in laboratori di memoria e narrazione orale di squadre calcistiche locali e delle proprie esperienze sportive

GIORNATE EVENTO
– Notti Magiche: 4 serate con eventi culturali collegati ai laboratori
– Calciomercato: nella piazza della Biblioteca Sandro Penna si svolge il mercato rionale. Durante le 4 partite con le attività commerciali e il Mercatezio si porta l’esperienza del mercato ecosostenibile
– MundiaLibro: sfida tra squadre di giovani lettori in biblioteca e nel Bibliobus, iniziando dal blog di lettura per ragazzi LiberLiberaTutti
– La Partita giusta: squadre inclusive di residenti, immigrati, studenti universitari dei diversi quartieri adottano uno scrittore o un personaggio di un libro .
– FoodBall, la cucina sociale: il cibo come 3° tempo che annulla le differenze. Con Tutto il calcio menù per menù si sta insieme in piazza con gli enti e gli operatori enogastronomici

Il progetto è finanziato dal ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo grazie al Piano Cultura Futuro Urbano-Biblioteca Casa di Quartiere. Tanti i partner dell’iniziativa a partire dal Comune di Perugia, il Perugia Calcio e dai maggiori istituti scolastici cittadini
Il progetto è stato definito “open” perchè tutti possono partecipare inviando una propria proposta alla mail pressing@calciocity.it. L’idea verrà valutata per essere inserita nel programma ufficiale di FootBook.

«Siamo felici – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Leonardo Varasano – di essere riusciti a coinvolgere tanti soggetti in questo grande evento culturale. Il Comune di Perugia con questa manifestazione ha vinto un bando con un budget significativo. L’iniziativa dà lustro alla città e ci consente di attivare un’importante rete di collaborazioni, di fare squadra con tanti operatori di Perugia per promuovere la cultura – la lettura in particolare – e tanti spazi della città».