Festa di Ognissanti: ne parliamo con monsignor Paolo Giulietti

Un’unica festa per tutti i Santi, ossia per la Chiesa gloriosa, intimamente unita alla Chiesa ancora pellegrinante e sofferente sulla terra

0
150

PERUGIA – Ci apprestiamo a celebrare la Festa di Ognissanti (Tutti i Santi) e le commemorazione dei defunti, il 1° e 2 novembre. Si tratta di celebrazioni importanti per la religione cattolica, che negli ultimi anni sono state contaminate dall’aspetto più commerciale della festa e in particolare dalla ricorrenza di Halloween, la notte del 31 ottobre, festa legata alla tradizione celtica pagana, in particolare di origine irlandese, che in epoca recente ha assunto una connotazione macabra e soprattutto commerciale negli Stati Uniti, dove è diventata molto popolare e in questa forma esportata in tutto il mondo.

Dove nasce la Festa di Ognissanti in Italia. Già nel III secolo d.C. le prime comunità cristiane celebravano una festa in onore dei santi. Questa celebrazione raggiunse anche Roma, quando il 13 maggio del 609 o 610 d.C. Papa Bonifacio IV dedicò il celebre Pantheon alla Vergine Maria e a tutti i Santi, trasformandolo da tempio pagano a luogo di culto cristiano e inaugurando la Festa di Ognissanti. La celebrazione fu poi spostata al 1° novembre da Papa Gregorio III (731-741), che voleva far coincidere la festività cristiana con il capodanno celtico, nella speranza di far passare quest’ultimo in secondo piano e fargli perdere di significato. La data fu scelta anche per celebrare l’anniversario della consacrazione di una cappella a San Pietro alle reliquie “dei santi apostoli e di tutti i santi, martiri e confessori, e di tutti i giusti resi perfetti che riposano in pace in tutto il mondo”.  Con il re franco Luigi il Pio nell’835 il 1° novembre divenne festa di precetto.

Ma qual è il significato di questa festa? Lo abbiamo chiesto a mons. Paolo Giulietti, vescovo ausiliare della diocesi di Perugia-Città della Pieve. “Quest’anno, al di là del significato liturgico, assume una grande importanza quello che papa Francesco ci suggerisce nella sua esortazione apostolica sulla santità… (…)

Nel Credo Apostolico si recita il versetto “Credo nella comunione dei santi”. Ma cosa è la comunione dei santi? “E’ un legame che continua tra tutti i battezzati – ci dice mons. Giulietti – al di là della soglia della morte… (…)

Possiamo dunque dire che la festa di Ognissanti è la festa che unisce cielo e terra… “E’ la festa che celebra appunto questo mistero di una Chiesa che nel cielo e nella terra continua a sperimentare legami forti… (…)

The following two tabs change content below.

Francesco Locatelli