Ex Novelli, a Terni la Finanza sequestra le società agricole

I sindacati intanto spingono per la proroga della cassa integrazione

0
257
Lavoratori ai cancelli della Novelli

TERNI – Ennesimo capitolo nella vertenza Novelli: la Guardia di finanza di Terni, lunedì mattina, si è recata presso lo stabilimento ternano per sequestrare, su mandato della Procura calabrese di Castrovillari, le società agricole Fattoria, Bioagricola e Cantine, affidate alla curatela fallimentare di Alimentitaliani.

I sindacati Ecco come le organizzazioni sindacali di categoria, reduci da un incontro avuto con la curatela medesima, sempre in mattinata, commentano la situazione: “Si è tenuto oggi l’incontro con la curatela fallimentare di Alimentitaliani che ci ha tempestivamente informati della presenza della Guardia di Finanza, e del sequestro posto in essere. Questo provvedimento di fatto garantisce la continuità aziendale e produttiva, riportando il tutto nel perimetro del gruppo. Il percorso è ancora da definire, ma la curatela ha ripreso il possesso della gestione complessiva e pertanto può iniziare a lavorare per la valutazione delle intere attività, cosa che ad oggi non era del tutto scontata. Per Flai, Fai e Uila è chiaro che il percorso deve essere trasparente e che vogliamo continui aggiornamenti sulla gestione, a salvaguardia dei lavoratori e lavoratrici coinvolti. Inoltre, alle istituzioni chiederemo un incontro per vigilare su eventuali soggetti che si presenteranno in sede di offerta di acquisto. Seguiranno incontri di sito per affrontare le tematiche e problematiche che interessano le singole realtà, già dal 14 marzo prossimo. Abbiamo, inoltre, sottoscritto la voltura della cigs e richiesto e sottoscritto un impegno su proroga e sulla rivisitazione della strumento in scadenza a maggio 2018”.

The following two tabs change content below.