Ex Merloni, confermati 350 esuberi: allarme di sindacati e Regione

A vuoto le richieste dei sindacati di rivedere al rialzo il numero dei lavoratori che andrebbero a far parte della new co

0
154
L'ingresso della ex Merloni

FABRIANO – Resta fermo a 250 il numero dei lavoratori previsto dal piano per la Jp Industriespresentato dal titolare dell’azienda, Giovanni Porcarelli. E resta fermo anche il numero degli esuberi, poco meno di 350 dipendenti. Questo è quanto è emerso dall’incontro di Fabriano fra proprietà e organizzazioni sindacali svoltosi lunedì pomeriggio. Sembrano essere andate a vuoto, dunque, le richieste dei sindacati di rivedere al rialzo il numero dei lavoratori che andrebbero a far parte della new co.

Tribunale Fermo restando che si aspetta ancora il pronunciamento del tribunale di Ancona. Fiom, Fim e Uilm hanno ribadito tutte le loro preoccupazioni per la reale sostenibilità del piano  e per le ricadute occupazionali. Nel frattempo, i lavoratori si mobilitano: questa mattina alle 11.30 si svolgerà un’assemblea coi lavoratori che si terrà a Gaifana, mentre giovedì alle 16 ce ne sarà un’altra a Fabriano.  Davanti a questo quadro interviene l’assessore regionale Michele Fioroni che sottolinea come “La Regione Umbria è indisponibile a gestire mere misure di politica attiva del lavoro senza ragionare di un sistema integrato di politiche industriali in grado di prospettare un programma di reindustrializzazione dell’area umbro marchigiana”. Detto ciò, Fioroni, riafferma la disponibilità della Regione a mettere in campo risorse e programmi di intervento, in grado di operare in modo integrato con le politiche nazionali.