Due avvocati assunti dalla Usl, Lega all’attacco: “Non sono profili sanitari”

Il capogruppo Lega Umbria, Valerio Mancini, ha inviato un esposto al Procuratore generale della Corte dei conti per chiedere di fare chiarezza.

0
278
Il consigliere della Lega, Valerio Mancini

PERUGIA – Il capogruppo Lega Umbria, Valerio Mancini, ha inviato un esposto al Procuratore generale della Corte dei conti dove si chiede di far chiarezza rispetto alla stabilizzazione a tempo indeterminato di due dirigenti avvocati da parte dell’Azienda Usl 1.
Secondo Mancini, infatti – spiega una nota della Lega – tale stabilizzazione “non sembra essere avvenuta nel rispetto della normativa di riferimento, in quanto le figure di dirigenti avvocati non rientrano nell’ambito sanitario, come ad esempio biologi, psicologi o farmacisti, ma trattasi di profili professionali che la Usl, contravvenendo alle regole che la Regione stessa aveva indicato per conformarsi agli indirizzi nazionali, non avrebbe potuto assumere a tempo indeterminato”. “L’invio della documentazione alla Corte dei conti – spiega il capogruppo leghista – si rende necessario al fine di appurare il pieno rispetto delle norme”.

The following two tabs change content below.