Dino Battaglia protagonista di Tiferno Comics 2019

Dal 14 settembre al 3 novembre, presso Palazzo Vitelli a Sant'Egidio l'omaggio al Maestro indiscusso della letteratura disegnata, nella rassegna dell'Associazione Amici del Fumetto di Città di Castello

0
70
San Francesco disegnato da Dino Battaglia

CITTA’ DI CASTELLO- Dino Battaglia – La perfezione del grigio tra sacro e profano, è il titolo dell’esposizione che s’inaugura a Città di Castello sabato 14 settembre, evento centrale della XVII edizione di Tiferno Comics, Mostra Nazionale del fumetto. Un omaggio, che era già stato annunciato a conclusione della mostra dello scorso anno, dedicato ad un Maestro indiscusso del fumetto o meglio della letteratura disegnata mondiale che si realizza all’interno di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, dove sarà visitabile fino al prossimo 3 novembre.
Un percorso, all’interno della rassegna organizzata dall’Associazione Amici del Fumetto di Città di Castello presieduta da Gianfranco Bellini, per un evento unico, importante ed eclettico che si realizza grazie alla collaborazione con Pietro Alligo, editore della Casa Editrice Lo Scarabeo e grande collezionista. Una mostra senza precedenti, studiata con professionalità e affetto da un Comitato Scientifico costituito da venti illustri nomi della letteratura, dell’arte, del giornalismo e del fumetto, fra i quali spicca ancora una volta Vincenzo Mollica, Direttore Artistico di Tiferno Comics.

Dino Battaglia – La perfezione del grigio tra sacro e profano, si presenta come un appassionante viaggio che, attraverso 320 tavole originali, racconta la carriera artistica del disegnatore scomparso nel 1983, partendo da Il Corriere dei Piccoli e Topo Gigio per proseguire poi con le illustrazioni dei racconti di Edgar Allan Poe, del Golem, della guerra, di Un uomo un’avventura. E poi le fiabe, i soldati e i soldatini, l’Ispettore Coke e soprattutto San Francesco, le cui tavole originali contribuiscono a rendere altissimo il livello della mostra, curata da Pietro Alligo. Opere che omaggiano sia il sacro che il profano, come dice il titolo, che colpirà dritto al cuore e alla memoria di molti, che saranno affiancate anche da materiali insoliti: per esempio i soldatini, dei quali Dino Battaglia, appassionatissimo, fabbricò a mano molti modellini di tutte le epoche, conservati in una bacheca, ricostruita uguale nella mostra tifernate; oppure anche schizzi preparatori, disegni alternativi e materiali del genere, capaci di evidenziare come egli preparava scrupolosamente il proprio lavoro. Come anche, delle figure tridimensionali ispirate ai disegni di Dino Battaglia (la mummia e il Golem), alte più di due metri, realizzate dalle sapienti mani di Michele Guaschino, scultore iperrealista, già artefice di alcune sculture per conto dell’artista Maurizio Cattelan. Potremo ammirare da vicino gli originali delle tavole retro colorate da Laura De Vescovi, moglie di Dino Battaglia, già acquerellista di Hugo Pratt e scoprire gli elmi che hanno ispirato il Maestro nella ricostruzione delle sue battaglie.

La presentazione della mostra si terrà sabato 14 settembre , alle ore 16:30, presso la Chiesa di San Francesco, nel cuore del centro storico di Città di Castello. Tanti saranno i nomi noti del fumetto, del giornalismo, della politica, della critica e dell’arte presenti. Fra questi citiamo appunto l’immancabile Vincenzo Mollica, Pietro Alligo, Michele Guaschino e Pino Battaglia.

Tra gli eventi collaterali da segnalare, che domenica 15 settembre sarà presente Fabio Scarsato, direttore del Messaggero di Sant’Antonio, a cui va il merito di aver permesso alla splendida tavola su San Francesco di essere esposta in mostra.

Senza dimentiicare, l’immancabile appuntamento con il Tiferno Comics Fest & Games mostra mercato che si terrà nel fine settimana del 19 – 20 ottobre nelle piazze principali del centro storico di Città di Castello. Molti saranno gli eventi che animeranno la due giorni. Fra i più attesi ci saranno sicuramente il Cosplay Contest e gli incontri con i grandi nomi del fumetto italiano, fra i quali già spiccano quelli dei gemelli partenopei Gianluca e Raul Cestaro, disegnatori della squadra Bonelli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

The following two tabs change content below.